Clicca qui per scaricare

Dimensioni del benessere sociale: applicazione di uno strumento di misurazione
Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE 
Autori/Curatori: Elvira Cicognani, Cinzia Albanesi, Pietro Berti 
Anno di pubblicazione:  2001 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 Dimensione file:  175 KB

Nella letteratura sulla qualità della vita e il benessere un costrutto relativamente poco indagato è quello di "benessere sociale", che alcuni autori identificano con la valutazione della qualità delle relazioni sociali dell’individuo nell’ambito della propria comunità e società, e del proprio funzionamento al loro interno. Uno dei rari strumenti theory-driven attualmente disponibili per misurarlo è la scala del benessere sociale di C. Keyes (1998). L’obiettivo di questa ricerca era di verificare, mediante la scala di Keyes, il livello di benessere sociale di un campione di studenti universitari. Si voleva in primo luogo valutare l’applicabilità dello strumento in un contesto culturale diverso da quello in cui è stato formulato; inoltre, interessava esaminare le relazioni fra benessere sociale e altri costrutti riguardanti componenti del benessere vicine, come il senso di comunità, la percezione di sostegno sociale e la soddisfazione per la vita. Sono state infine analizzate le differenze nel benessere sociale in funzione dell’impegno sociale (volontariato), politico, religioso e dello stato relazionale dei soggetti. Il campione è costituito da 201 studenti universitari di età compresa fra 19 e 30 anni, maschi e femmine. Lo strumento impiegato è un questionario. I risultati delle analisi fattoriali, esplorative e confermative, relative alla scala di Keyes, sono nel complesso positivi eccetto per la sottoscala coerenza sociale, un risultato attribuibile in parte a caratteristiche specifiche della popolazione esaminata rilevanti per il benessere sociale, e in parte a fattori culturali. Il benessere sociale risulta significativamente e positivamente correlato alla soddisfazione per la vita, al senso di comunità e al sostegno sociale percepito. Infine, sono emersi livelli più alti di benessere sociale negli studenti più impegnati nel sociale (che si dedicano al volontariato) e nei credenti.


Elvira Cicognani, Cinzia Albanesi, Pietro Berti, in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 1/2001, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche