Clicca qui per scaricare

La diagnosi e il progetto. Visioning clinico e organizzatori psicopatologici
Titolo Rivista: PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE 
Autori/Curatori: Giovanni Foresti, Mario Rossi Monti 
Anno di pubblicazione:  2002 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 Dimensione file:  79 KB

A partire da una critica della impostazione operazionalizzata del DSM-IV gli Autori si soffermano sul rapporto esistente tra diagnosi e progetto terapeutico. A questo livello si pone il dilemma sintomo-vissuto: non è infatti sufficiente individuare sintomi "oggettivati"; il rilievo del sintomo deve essere recuperato nella relazione con il paziente. Cogliere il punto cruciale di transito tra sintomo oggettivo/osservabile e vissuto soggettivo costituisce il presupposto di ogni operazione terapeutica. Tra diagnosi e progetto terapeutico si pone l’esigenza di una sintesi clinica che non è semplicemente una diagnosi criteriologica. Riprendendo un termine che appartiene al vocabolario della psicologia delle organizzazioni, gli Autori propongono l’idea di un visioning clinico, basato su una analisi psicopatologica che approfondisca e completi la diagnosi criteriologica, che permetta di accedere ad una rappresentazione della condizione del paziente e del suo mondo interno. Il compito di istituire il visioning clinico grava su chi ha la responsabilità della conduzione del gruppo terapeutico al fine di mantenere viva nella mente e nelle azioni di ciascuno dei componenti del gruppo una rappresentazione complessa del paziente, sottoposta a continua verifica e ri-orientata sulla base dei risultati dell’intervento.


Giovanni Foresti, Mario Rossi Monti, in "PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE" 3/2002, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche