Clicca qui per scaricare

Hegel, il barone d'Eckstein e l'ala erudita della Congrégation
Titolo Rivista: RIVISTA DI STORIA DELLA FILOSOFIA 
Autori/Curatori: Giovanni Bonacina 
Anno di pubblicazione:  2005 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  33 Dimensione file:  212 KB

Scrittore tedesco con residenza ufficiale in Francia durante la Restaurazione (Sainte-Beuve), rappresentante degli interessi feudali e clericali (Heine), il controverso barone d’Eckstein si trova menzionato in Hegel come colui che attraverso la rivista Le Catholique avrebbe indirizzato il sostegno governativo verso «l’ala erudita della Congrégation», alla ricerca di prove dell’originalità del cattolicesimo nelle più antiche tradizioni asiatiche (Lamennais, Friedrich Schlegel). La polemica del Catholique contro Benjamin Constant e il razionalismo filosofico, il ruolo di Eckstein nello scandalo della Congrégation (Montlosier), la sua partecipazione a società letterarie ed erudite (Société des Bonnes Lettres, Société des Bonnes Études, Société Asiatique), il suo rapporto con gli orientalisti Abel-Rémusat e Saint-Martin sono ricostruiti a partire dall’incidentale giudizio hegeliano e gettano luce sull’interesse del filosofo per la contemporanea risorgenza politica e culturale del cattolicesimo francese.


Giovanni Bonacina, in "RIVISTA DI STORIA DELLA FILOSOFIA" 3/2005, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche