Click here to download

Le origini dell'economia dell'innovazione: il contributo di John Rae
Journal Title: STORIA DEL PENSIERO ECONOMICO 
Author/s: Mario Coccia 
Year:  2005 Issue: Language: Italian 
Pages:  21 FullText PDF:  152 KB

L’economia dell’innovazione riveste, oggigiorno, un ruolo importante nella teoria economica, ma le origini di questa disciplina non hanno ancora ricevuto l’attenzione che merita. Lo scopo di questo lavoro è di analizzare il contributo di John Rae (1796-1872), un filosofo scozzese, che nel suo libro Statement of Some New Principles on the Subject of Political Economy, pubblicato nel 1834, attacca le teorie di Smith e propone una sua teoria sociologica del capitale nella quale fornisce una dettagliata analisi sulle cause che determinano il progresso delle invenzioni e sugli effetti che ne derivano. John Rae, un economista classico, è stato recentemente riscoperto come un genuino precursore della teoria della crescita endogena. Questo articolo analizza il Trattato di Rae, discutendo i suoi principali contributi all’economia nei campi dell’innovazione, storia della tecnologia e cambiamento tecnologico. Rae ha una conoscenza della filosofia classica e generale e basa la sua analisi economica nella chiara distinzione delle cause dagli effetti, utilizzando un metodo induttivo per individuare le sorgenti della ricchezza delle nazioni. La sua solida e versatile formazione, lo conduce ad anticipare la disciplina dell’economia dell’innovazione, rilevando la natura, le cause e gli effetti del progresso tecnologico sulla crescita economica.

Mario Coccia, in "STORIA DEL PENSIERO ECONOMICO" 1/2005, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli is a member of Publishers International Linking Association a not for profit orgasnization wich runs the CrossRef service, enabing links to and from online scholarly content