Romanzo e individualismo. Una genealogia dell’homo clausus

Titolo Rivista: SOCIETÀ DEGLI INDIVIDUI (LA)
Autori/Curatori: Andrea Inglese
Anno di pubblicazione: 2008 Fascicolo: 32 Lingua: Italiano
Numero pagine: 15 P. 41-55 Dimensione file: 84 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

<em>Romanzo e individualismo. Una genealogia dell’homo clausus</em> - L’articolo esplora i rapporti che sussistono fra l’ideologia individualistica e il genere romanzesco, inteso come la forma simbolica privilegiata, all’interno della quale fra Ottocento e Novecento si elaborano e si mettono alla prova criticamente modelli differenti di individualità. Il sociologo Norbert Elias, in un saggio fondamentale di analisi dell’individualismo, La società degli individui (1987), ha mostrato come sia fuorviante l’idea che possa esistere un ‘io’ formato prima e al di fuori del ‘noi’. Un modo per comprendere, però, come e perché una tale immagine errata si sia diffusa, consiste nel ricostruire la genealogia romanzesca di questo modello di individualità. Ed è ciò che questo intervento si propone di fare, segnalando alcune tappe di tale evoluzione in autori quali Rousseau, Stendhal, Flaubert, Stevenson, Pirandello.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Andrea Inglese, Romanzo e individualismo. Una genealogia dell’homo clausus in "SOCIETÀ DEGLI INDIVIDUI (LA)" 32/2008, pp 41-55, DOI: