Attrazione o adattamento interpersonale? L’indifferenza come regola emozionale in Bret Easton Ellis

Titolo Rivista: SOCIETÀ DEGLI INDIVIDUI (LA)
Autori/Curatori: Adriano Zamperini
Anno di pubblicazione: 2008 Fascicolo: 33 Lingua: Italiano
Numero pagine: 14 P. 37-50 Dimensione file: 244 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

<em>Attrazione o adattamento interpersonale? L’indifferenza come regola emozionale in Bret Easton Ellis</em> - Ogni società presenta una peculiare cultura emozionale consistente in un sistema di idee e opinioni in merito a quello che si suppone le persone sentano in varie situazioni. In qualsiasi particolare contesto d’attività, vi sono due tipi di norme: le regole del sentire, che specificano quali emozioni un individuo dovrebbe provare ed esperire in una data situazione; le regole espressive, le quali indicano quando e come si deve verificare la manifestazione delle emozioni. Attraverso l’analisi del controverso romanzo di Bret Easton Ellis, Le regole dell’attrazione, è possibile comprendere al meglio il lavoro emozionale di giovani chiamati, su un palcoscenico e di fronte ad altri attori, a una performance relazionale conforme alla regola dell’indifferenza.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Adriano Zamperini, Attrazione o adattamento interpersonale? L’indifferenza come regola emozionale in Bret Easton Ellis in "SOCIETÀ DEGLI INDIVIDUI (LA)" 33/2008, pp 37-50, DOI: