Clicca qui per scaricare

Legge sullo sciopero e modello neo-istituzionale
Titolo Rivista: GIORNALE DI DIRITTO DEL LAVORO E DI RELAZIONI INDUSTRIALI  
Autori/Curatori:  Mario Rusciano 
Anno di pubblicazione:  2009 Fascicolo: 121  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 121-138 Dimensione file:  103 KB
DOI:  10.3280/GDL2009-121008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’a. richiama anzitutto la concezione di Massimo D’Antona circa la modellistica istituzionale, contenuta nella proposta di legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali (divenuta poi l. n. 146/1990), e mette in luce la diffidenza dello stesso D’Antona nei confronti della c.d. "istituzionalizzazione dei processi di autonomia collettiva": grazie alla quale, le concrete restrizioni del diritto di sciopero vengono prodotte dall’autonomia collettiva, ma divengono poi precetti legali, provvisti di sanzione. L’a. critica la tesi di D’Antona, secondo cui il modello neo-istituzionale comporterebbe l’integrazione dell’ordinamento sindacale nell’ordinamento statuale e smentirebbe la prospettiva pluriordinamentale; e si sofferma, infine, sui tre nodi problematici, affrontati da D’Antona: la riserva di legge dell’art. 40 Cost.; la rappresentanza e rappresentatività sindacale; la titolarità individuale del diritto di sciopero.


Keywords: Sciopero; Servizi essenziali; Legge; Accordi collettivi; D’Antona; Istituzionalismo

Mario Rusciano, in "GIORNALE DI DIRITTO DEL LAVORO E DI RELAZIONI INDUSTRIALI " 121/2009, pp. 121-138, DOI:10.3280/GDL2009-121008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche