Click here to download

La democrazia deliberativa
Journal Title: SOCIETÀ DEGLI INDIVIDUI (LA) 
Author/s: Jon Elster 
Year:  2009 Issue: 36 Language: Italian 
Pages:  18 Pg. 33-50 FullText PDF:  3301 KB
DOI:  10.3280/LAS2009-036004
(DOI is like a bar code for intellectual property: to have more infomation:  clicca qui   and here 


La democrazia deliberativa - L’articolo esamina le qualità della democrazia deliberativa a partire dal riferimento a espressioni storiche di questa: nelle istituzioni ateniesi del quinto-quarto secolo a. C., nella Convenzione Federale statunitense del 1788, negli Stati Generali della Rivoluzione francese, in varie esperienze locali odierne. Stabiliti tre modelli di democrazia (diretta, rappresentativa, del sorteggio) e tre criteri per la deliberazione (moralità, causalità, probabilità), la questione da affrontare è se la forma deliberativa di democrazia sia un buon sistema politico. La risposta è sì, purché si verifichino tre condizioni: intensità della motivazione nei partecipanti, orientamento al bene pubblico della motivazione stessa, corretta informazione dei partecipanti. Ma si tratta di una conclusione ipotetica, che tiene conto della complessità e molteplicità dei fattori in gioco, e dunque del fatto che nessuna proprietà dei processi decisionali collettivi è desiderabile incondizionatamente.

Jon Elster, in "SOCIETÀ DEGLI INDIVIDUI (LA)" 36/2009, pp. 33-50, DOI:10.3280/LAS2009-036004

   

FrancoAngeli is a member of Publishers International Linking Association a not for profit orgasnization wich runs the CrossRef service, enabing links to and from online scholarly content