Clicca qui per scaricare

I paradossi della congiunzione crescente di W. Bion alla luce della teoria della complessità
Titolo Rivista: RICERCA PSICOANALITICA 
Autori/Curatori: Gabriele Lenti 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 P. 67-80 Dimensione file:  430 KB
DOI:  10.3280/RPR2010-001006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il presente lavoro tratta del rapporto tra la psicoanalisi e la teoria della complessità, un’impostazione epistemologica che si è andata sviluppando negli ultimi decenni. Si sostiene che il contributo teorico necessario sia da individuare nello studio della logica sottostante il campo di indagine della psicoanalisi, in questo modo si individuano i concetti di non-linearità, di autopoiesi e di ologramma del campo analitico che devono essere tenuti presenti per comprendere appieno la natura reale dei fenomeni studiati. La psicoanalisi potrà così dare il suo contributo alla teoria della complessità proponendo nuovi sviluppi di senso. Psicoanalisi e complessità potranno così entrare in un rapporto conviviale che feconderà en- trambe le discipline.


Keywords: Psicoanalisi, Bion, teoria della complessità, autopoiesi, campo analitico



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Gabriele Lenti, in "RICERCA PSICOANALITICA" 1/2010, pp. 67-80, DOI:10.3280/RPR2010-001006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche