Clicca qui per scaricare

L’identificazione proiettiva nella prospettiva della psicoanalisi contemporanea
Titolo Rivista: RICERCA PSICOANALITICA 
Autori/Curatori: Fabio Rapisarda 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 81-96 Dimensione file:  473 KB
DOI:  10.3280/RPR2010-001007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In questo lavoro l’autore sostiene la necessità di una revisione del concetto di identificazione proiettiva. Questo meccanismo di difesa, inizialmente coniato da M. Klein ed alla base del Disturbo Paranoideo di personalità, viene rivisto, secondo un ottica relazionale, sia in chiave teorica che clinica e viene proposto di rinominarlo "identificazione intersoggettiva". Partendo dalle recenti scoperte delle neuroscienze e dell’infant research, viene evidenziato come l’identificazione proiettiva costituisca una modalità relazionale fisiologica nelle prime fasi del rapporto madre-bambino e come poi possa diventare disfunzionale nella crescita se non viene sostituita da meccanismi difensivi più maturi. Viene successivamente sviluppato un nuovo modello teorico che ha ovviamente una sua incidenza nel trattamento delle patologie nelle quali l’identificazione proiettiva è presente in maniera determinante.


Keywords: Identificazione proiettiva, disturbo paranoide, rispecchiamento, prospettiva relazionale, autocoscienza



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Fabio Rapisarda, in "RICERCA PSICOANALITICA" 1/2010, pp. 81-96, DOI:10.3280/RPR2010-001007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche