Clicca qui per scaricare

Io e il gruppo nel mestiere di terapeuta e formatore
Titolo Rivista: RUOLO TERAPEUTICO (IL) 
Autori/Curatori: Emanuele Santirocco 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: 114 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  8 P. 41-48 Dimensione file:  108 KB
DOI:  10.3280/RT2010-114004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La persona si struttura attraverso le relazioni che stabilisce dal primo mi- nuto di vita in avanti. Si tratta di transazioni di una certa qualità emotiva, che includono odori, colori, suoni e che vengono interiorizzate dal bambino. Sono "innesti" psichici fondamentali per la crescita. Che, curiosamente, non mobilitano difese immunitarie. Tutto questo per segnalare il tema sconfinato e anche un po’ misterioso delle comunicazioni da inconscio a inconscio. Ovvero il passaggio di vissuti e contenuti emotivi da una persona all’altra, che si manifestano anche nell’esperienza clinica. Nel lavoro di terapeuta e formatore, l’autore dichiara di trovarsi spesso alle prese con i suoi tormenti emotivi, nati dall’incontro con l’altro. Che, se adeguatamente trattati, costituiscono degli strumenti potenti per capire qualcosa in più dell’interlocutore e di sé. Inoltre aggiunge di non essere affetto da pretese definitorie tese a catalogare cosa sia terapeutico e cosa invece formativo. Le domande che si pone quando incontra l’altro, paziente o collega che sia, sono: capisco la realtà umana che ho davanti? Sono in grado di fornire il mio aiuto, cioè di testimoniare una presenza? I ruoli di terapeuta e formatore condividono l’intento di governare la complessità alla luce di determinati principi etici. Secondo l’autore, l’individuo e la tecnica coincidono, perché ritiene che in questo tipo di mestiere la soggettività critica sia un bene di prima necessità. Inoltre aggiunge che chi porta un caso clinico, indipendentemente dal fatto che sia in formazione o in supervisione, ha un nervo scoperto. Il modello formativo cui fa riferimento l’autore è quello della supervisione di gruppo. Seguono alcuni casi clinici.


Keywords: Relazione, gruppo, inconscio, etica, tecnica



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Emanuele Santirocco, in "RUOLO TERAPEUTICO (IL)" 114/2010, pp. 41-48, DOI:10.3280/RT2010-114004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche