Clicca qui per scaricare

Il "Delle virtù e dei Premi" di G. Dragonetti (e una polemica di B. Croce)
Titolo Rivista: STORIA DEL PENSIERO ECONOMICO 
Autori/Curatori: Luigino Bruni 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 P. 33-49 Dimensione file:  325 KB
DOI:  10.3280/SPE2010-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Giacinto Dragonetti è l’autore di un piccolo libro, Delle virtù e de’ premi (1766) che associato al più celebre Dei delitti e delle pene (1764) di Cesare Beccaria, ebbe un significa- tivo successo nell’Europa dei lumi pre-rivoluzionaria. Il libro è costruito attorno all’idea che alle pene per i delitti, un Paese civile debba affiancare i premi alle virtù. Benedetto Croce, nel 1947, mise in dubbio che la paternità di tale opera fosse di Giacinto Dragonetti. Il saggio ha un duplice scopo: riproporre agli studiosi di oggi l’opera di Dragonetti; chiudere - grazie ad alcuni documenti d’archivio - la questione aperta da Croce sulla paternità di Delle virtù e dei premi.


Keywords: Dragonetti, Croce, Beccaria
Jel Code: B12, B31



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Luigino Bruni, in "STORIA DEL PENSIERO ECONOMICO" 1/2010, pp. 33-49, DOI:10.3280/SPE2010-001002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche