Clicca qui per scaricare

Socialisti e comunisti italiani di fronte alla questione energetico-nucleare 1973-1987
Titolo Rivista: ITALIA CONTEMPORANEA 
Autori/Curatori: Paolo Pellizzari 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: 259 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  25 P. 237-261 Dimensione file:  1128 KB
DOI:  10.3280/IC2010-259003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il saggio si concentra sulle proposte avanzate dai partiti politici e dalle istituzioni repubblicane tra anni settanta e ottanta per sciogliere i problemi riguardanti l’approvvigionamento energetico dell’Italia, con uno sguardo particolarmente attento alla questione nucleare e al potenziale impatto ecologico di quelle proposte. In particolare, sono qui analizzate le posizioni via via assunte dai principali rappresentanti della sinistra socialcomunista italiana (Partito comunista italiano, Partito socialista italiano, Confederazione generale italiana del lavoro, Unione italiana del lavoro) in rapporto all’effetto di rottura di alcuni eventi traumatici (dalla crisi petrolifera del 1973 all’incidente di Chernobyl del 1986) e alle risposte dell’opinione pubblica. I soggetti qui presi in esame si dimostrarono particolarmente attenti al tema energetico, considerando soprattutto le ripercussioni occupazionali delle scelte in tale ambito. Benché al suo interno molte voci si siano schierate a sostegno delle battaglie antinucleariste, il movimento ope- raio, complessivamente inteso, non sembra invece essere riuscito a cogliere le potenzialità dello scontro sul tema ecologico.


Keywords: Approvvigionamento energetico, nucleare italiano, antinuclearismo, impatto ecologico, sinistra socialcomunista italiana, Chernobyl



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Paolo Pellizzari, in "ITALIA CONTEMPORANEA" 259/2010, pp. 237-261, DOI:10.3280/IC2010-259003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche