Clicca qui per scaricare

Identità religiosa e culturale europea: la questione del crocifisso
Titolo Rivista: CITTADINANZA EUROPEA (LA) 
Autori/Curatori: Carlo Cardia 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: 1,2 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  34 P. 33-66 Dimensione file:  348 KB
DOI:  10.3280/CEU2010-001003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La presenza del crocifisso nelle aule scolastiche in Italia è stata ritenuta incompatibile con la libertà di religione e di educazione dalla Corte di Strasburgo, con una sentenza (Lautsi) che appare in contrasto con la giurisprudenza costante della stessa Corte, la quale riconosce agli stati un ampio margine di apprezzamento in materia della libertà religiosa, a tal fine richiamandosi alla tradizione dei singoli paesi. La sentenza, disattendendo il suo stesso criterio di valutazione, che impone di esaminare il contesto storico-culturale, perviene, con una sorta di atteggiamento di ‘iconoclastia laica’, a un concetto limitato e fuorviante di educazione delle nuove generazioni. Infatti, se si concepisce il simbolo religioso come un elemento negativo e conturbante, i bambini cresceranno con un senso di ostilità verso questi simboli, come se fossero fattori di divisione, e il rapporto tra religioni diverrebbe un rapporto diffidente, ostile e potenzialmente conflittuale. Senza poi considerare il fatto che il diritto di una maggioranza religiosa va tutelato con la stessa cura di quelli delle minoranze.




  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Carlo Cardia, in "CITTADINANZA EUROPEA (LA)" 1,2/2010, pp. 33-66, DOI:10.3280/CEU2010-001003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche