Clicca qui per scaricare

La nostalgia dei legami e il vuoto esistenziale: fenomenologie depressive nella civiltà ipermoderna
Titolo Rivista: TERAPIA FAMILIARE 
Autori/Curatori:  Corrado Pontalti 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: 94 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 P. 27-40 Dimensione file:  295 KB
DOI:  10.3280/TF2010-094003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autore affronta il tema della depressione in connessione con le profonde trasformazioni della società attuale. Il riferimento è ad autori che esplorano la cultura ipermoderna. Gli individui pensano il benessere come consumo di oggetti e le relazioni umane diventano oggetti. La conseguenza è che viene meno il sentimento di appartenere ad una storia che offre senso al presente. La depressione non è quindi perdita di oggetti di investimento ma sentimento radicale di un vuoto esistenziale. La famiglia di origine si pone come garante di identità contrapposta alla fragilità dell’esistere nel sociale. Cambia molto la costruzione del sistema coppia che viene investito di attese messianiche terapeutiche per la fragilità personale. Il venir meno di tali obiettivi determina dolorosi sentimenti di inadeguatezza e frustrazione attribuiti alle gravi colpe del partner. Vengono proposti possibili percorsi terapeutici.


Keywords: Depressione esistenziale, civiltà ipermoderna, legami familiari, illusione nella coppia, attribuzione della colpa, procedure terapeutiche



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Corrado Pontalti, in "TERAPIA FAMILIARE" 94/2010, pp. 27-40, DOI:10.3280/TF2010-094003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche