commons; la carenza di appropriati modi per capitalizzare le imprese innovative. Per ognuno di tali lock-in avanziamo proposte costruttive percorribili.)" />
Clicca qui per scaricare

Le traiettorie reticolari dell’innovazione territoriale
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Mauro Lombardi, Nicolò Bellanca 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 122 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 P. 17-30 Dimensione file:  282 KB
DOI:  10.3280/SL2011-122002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


I sistemi socio-economici locali (Ssl) sono stati interpretati dalle tradizioni di studi risalenti a Marshall, Porter e Krugman principalmente considerando la prossimità spaziale degli attori. Era l’ancoraggio territoriale a far lievitare forme peculiari di economie esterne, di vantaggi competitivi e di dinamiche endogene. Negli ultimi decenni, tuttavia, questi sistemi hanno attraversato cambiamenti multi-dimensionali a molteplice scala. Le nuove connotazioni strutturali - tra cui la prossimità cognitiva, la task-based production, la complementarità di contratti formali e accordi informali nelle collaborazioni tra imprese, le reti translocali - richiedono un differente quadro teorico e comportano diverse implicazioni di policy. Il quadro teorico pone al centro la co-evoluzione di tecnologie, modelli organizzativi, culture e istituzioni. Entro la molteplicità di traiettorie rese possibili da tale co-evoluzione, ciascun Ssl è sia correlato ad un sistema socio-tecnico che ne limita le dinamiche di mutamento, sia inserito in percorsi lungo i quali può accedere in modi discontinui ad orizzonti tecno-economici lontani. Le implicazioni di policy debbono pertanto riferirsi alle traiettorie innovative che l’attuale transizione socio-tecnica globale rende possibili ad uno specifico gruppo di Ssl, che è nel nostro caso la Toscana. Sul piano strategico operativo - considerando i limiti politici e civili della società in oggetto - tentiamo di cogliere alcuni cruciali "colli di bottiglia" che bloccano la percezione e il perseguimento degli interessi collettivi di lungo periodo. Questi blocchi riguardano la miopia così degli imprenditori come delle istituzioni pubbliche nei riguardi del potenziale tecnico-scientifico effettivamente accessibile e dei percorsi evolutivi che converrebbe imboccare; l’inadeguatezza delle forme istituzionali entro cui vengono prodotti e gestiti i beni comuni o commons; la carenza di appropriati modi per capitalizzare le imprese innovative. Per ognuno di tali lock-in avanziamo proposte costruttive percorribili.


Keywords: Distretti, sistemi socio-economici locali, transizioni socio-economiche, lock-in, Toscana



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Mauro Lombardi, Nicolò Bellanca, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 122/2011, pp. 17-30, DOI:10.3280/SL2011-122002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche