Clicca qui per scaricare

Responsabilità e sanzioni per sciopero illegittimo: cambia qualcosa in Italia dopo Laval?
Titolo Rivista: GIORNALE DI DIRITTO DEL LAVORO E DI RELAZIONI INDUSTRIALI  
Autori/Curatori:  Antonio Lo Faro 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 131  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 P. 419-432 Dimensione file:  380 KB
DOI:  10.3280/GDL2011-131005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il saggio prende lo spunto dalla decisione assunta dalla Corte del lavoro svedese nel seguito nazionale di Laval per interrogarsi sugli effetti che la giurisprudenza comunitaria potrebbe determinare sulla disciplina italiana dei rimedi disponibili in caso di sciopero illegittimo. Dopo aver evidenziato che la disciplina nazionale in materia è essenzialmente rivolta a regolamentare lo sciopero effettuato nell’ambito dei servizi pubblici essenziali, si sostiene che la peculiare natura dei rimedi previsti in caso di illegittimità dei suddetti scioperi, ne impedisce l’applicabilità alla ipotesi dello sciopero comunitariamente illecito. Il saggio si sofferma quindi sulla residualità tradizionalmente propria del rimedio risarcitorio nell’ordinamento nazionale, cercando di individuarne le ragioni, per passare poi ad indicare il rimedio in grado di garantire in ambito nazionale il principio di effettività del diritto comunitario: ovvero, il provvedimento cautelare a carattere inibitorio. L’A. auspica, in conclusione, un mutamento della giurisprudenza comunitaria in materia, anche alla luce degli orientamenti manifestati dalla Corte europea dei diritti dell’uomo.


Keywords: Sciopero; Libertà economiche fondamentali; Diritto al risarcimento del danno; Titolarità individuale del diritto di sciopero; Tutela cautelare inibitoria; Tutela giurisdizionale effettiva

Antonio Lo Faro, in "GIORNALE DI DIRITTO DEL LAVORO E DI RELAZIONI INDUSTRIALI " 131/2011, pp. 419-432, DOI:10.3280/GDL2011-131005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche