Clicca qui per scaricare

Dal carcere dei "più duri" al carcere dei "più fragili"
Titolo Rivista: QUESTIONE GIUSTIZIA  
Autori/Curatori: Ornella Favero 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 3-4 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 237-248 Dimensione file:  523 KB
DOI:  10.3280/QG2011-003018
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Quando incontriamo gli studenti nel nostro progetto di confronto tra il carcere e le scuole, ci sono testimonianze di detenuti che si sono fatti trent’anni e più di galera, che hanno attraversato gli anni prima e dopo la riforma penitenziaria, ed erano comunque "delinquenti veri", perché in quegli anni andavano in galera i delinquenti. Poi mi guardo intorno e ascolto le testimonianze di altri detenuti, che sono entrati in carcere in questi ultimi anni, e vedo quelli che arrivano da situazioni di difficoltà o di esclusione, i tossicodipendenti, i migranti, ma anche tanti "turisti", come li chiamano gli altri detenuti, cioè i cittadini comuni, i "regolari" che finiscono sempre più spesso in galera, per reati in famiglia, per la droga, per l’incapacità di affrontare i conflitti in modo equilibrato.




  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Ornella Favero, in "QUESTIONE GIUSTIZIA " 3-4/2011, pp. 237-248, DOI:10.3280/QG2011-003018

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche