Clicca qui per scaricare

Assegnazione del colore e lavoro servile. Il fenomeno del blackbirding nel contesto australiano
Titolo Rivista: SOCIETÀ DEGLI INDIVIDUI (LA) 
Autori/Curatori: Gaia Giuliani 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 41 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 Dimensione file:  782 KB
DOI:  10.3280/LAS2011-041003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Questo contributo esplora le connessioni esistenti tra un particolare sistema di produzione e il corrispondente modello di sfruttamento nel contesto dell’assegnazione del colore - o razzializzazione - delle popolazioni del Pacifico e di una concezione dell’Australia come spazio politico ‘bianco’. L’analisi si concentra sul fenomeno del blackbirding, quel particolare sistema di reclutamento e sfruttamento della forza lavoro impiegato prevalentemente nelle piantagioni di canna da zucchero del Queensland e delle Isole Fiji che, tra il 1863 e il 1904, coinvolse uomini e donne, adulti e ragazzi delle isole della Melanesia, della Micronesia e, in minor modo, della Polinesia. Il processo di reclutamento comprendeva quasi sempre la coazione e il servaggio, per quanto vi fossero tra i lavoratori reclutati anche coloro che si offrivano volontariamente. Il lavoro a contratto o indentured labour, sottoposto a livelli di disciplina, controllo e coercizione molto elevati e senza reali garanzie di salario, condizioni e durata, aveva termini temporali precisi e difficilmente rinnovabili.




  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Gaia Giuliani, in "SOCIETÀ DEGLI INDIVIDUI (LA)" 41/2011, pp. , DOI:10.3280/LAS2011-041003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche