Clicca qui per scaricare

«Religione aperta» e pensiero nonviolento: Aldo Capitini tra Francesco d’Assisi e Gandhi
Titolo Rivista: MONDO CONTEMPORANEO 
Autori/Curatori: Gabriele Rigano 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  47 P. 31-77 Dimensione file:  452 KB
DOI:  10.3280/MON2011-002002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il saggio analizza le fonti ispiratrici del pensiero capitiniano a partire dall’influenza che ha avuto sull’antifascista umbro, soprattutto a livello esistenziale, prepolitico, l’esperienza francescana delle origini. Anche un confronto con un altro grande ispiratore di Capitini, Gandhi, risulta illuminante, dato che il leader nazionalista indiano risulta essere un riferimento di un certo rilievo solo nel secondo dopoguerra. Francesco d’Assisi risulta essere, da questo punto di vista, il più duraturo ispiratore del pensiero e dell’azione di Capitini, dagli anni Venti fino alla piena maturazione del suo pensiero nonviolento. Il saggio si concentra poi sulle fonti dell’interpretazione capitiniana di Francesco d’Assisi, rintracciandole nel pensiero di Giovanni Gentile, interlocutore fondamentale ma poco riconosciuto dell’antifascista umbro. Nel secondo dopoguerra il riferimento a Gandhi diventa primario, senza però sovrastare completamente il nome del santo di Assisi, a cui è legata la realizzazione più duratura di Capitini: la marcia Perugia-Assisi per la pace.


Keywords: Aldo Capitini, Mahatma Gandhi, Francesco d’Assisi, Giovanni Gentile, nonviolenza, antifascismo



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Gabriele Rigano, in "MONDO CONTEMPORANEO" 2/2011, pp. 31-77, DOI:10.3280/MON2011-002002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche