Percezione e rappresentazione dell’immagine corporea in adolescenti con e senza disturbo alimentare

Titolo Rivista: RICERCHE DI PSICOLOGIA
Autori/Curatori: Elena Gatti, Emanuela Confalonieri, Chiara Ionio
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 20 P. 171-190 Dimensione file: 261 KB
DOI: 10.3280/RIP2011-002002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Lo sviluppo puberale si configura come un processo critico per l’adolescente. Numerosi cambiamenti puberali comportano una continua e necessaria ri-organizzazione mentale ed affettiva della propria immagine corporea. L’accettazione di tali cambiamenti sembra essere più faticosa per le adolescenti femmine che sono più vulnerabili di fronte ai cambiamenti puberali. Proprio nei gruppi femminili si riscontrano infatti maggiori comportamenti volti ad a modificare il proprio aspetto fisico e il proprio peso. Il presente studio si propone di indagare la percezione e soddisfazione dell’immagine corporea in due gruppi di adolescenti femmine di età compresa tra i 12 e i 17 anni (M = 14.8; d.s. = 1.7) attraverso l’impiego di strumenti quantitativi self-report combinati con il "Mi disegno", un strumento qualitativo in cui si chiede una riproduzione grafica del proprio corpo. Il gruppo clinico è composto da 60 ragazze affette da Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA), mentre il gruppo normativo da 60 ragazze non affette da alcun disturbo alimentare (Non-DCA). I risultati ricavati dai questionari confermano la maggiore insoddisfazione e percezione negativa per il proprio corpo e peso da parte del gruppo clinico. I disegni mostrano evidenti differenze tra i due gruppi, offrendo uno sguardo più approfondito e qualitativamente ricco di aspetti affettivi/emotivi che caratterizzano la raffigurazione del corpo, non emersi con i questionari. Questi primi risultati invitano a proseguire nell’impiego del disegno come uno strumento che può affiancarsi ad altre misure più quantitative al fine di ottenere un quadro sempre più esaustivo di un costrutto quale la percezione dell’immagine corporea che ha un carattere multidimensionale

  • Conoscenze e comportamenti degli adolescenti in ambito affettivo-sessuale: una ricerca esplorativa Elena Canzi, Miriam Parise, Laura Ferrari, Maria Giulia Olivari, in RICERCHE DI PSICOLOGIA 2/2020 pp.575
    DOI: 10.3280/RIP2020-002006
  • Soddisfazione corporea e atteggiamento verso la chirurgia estetica. Uno studio sulle differenze di genere in un campione di adolescenti italiani Elena Gatti, Maria Giulia Olivari, Marta Santini, Emanuela Confalonieri, in PSICOLOGIA DELLA SALUTE 1/2018 pp.116
    DOI: 10.3280/PDS2018-001007

Elena Gatti, Emanuela Confalonieri, Chiara Ionio, Percezione e rappresentazione dell’immagine corporea in adolescenti con e senza disturbo alimentare in "RICERCHE DI PSICOLOGIA " 2/2011, pp 171-190, DOI: 10.3280/RIP2011-002002