Variabili psicologiche materne e andamento del parto: rilevazione in un campione di donne italiane alla prima esperienza di parto

Titolo Rivista: RICERCHE DI PSICOLOGIA
Autori/Curatori: Vedova A .M. Della, B. Ducceschi, A. Lojacono, M. Guana, A. Imbasciati, C. Cristini
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 29 P. 191-219 Dimensione file: 197 KB
DOI: 10.3280/RIP2011-002003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Le ricerche recenti documentano l’influenza dei fattori psicosociali sull’andamento della gravidanza e sulla salute materno-fetale. Il presente lavoro si propone di indagare l’eventuale relazione tra caratteristiche psicologiche e di contesto della gestante e andamento clinico del parto. Attraverso questionari di autovalutazione, applicati ad un campione di 114 gestanti italiane, nullipare e con gravidanza a basso rischio, sono state rilevate variabili psicologiche (ansia, depressione, alessitimia) e psicosociali (supporto sociale, legame parentale, aspetti intergenerazionali incluse caratteristiche del parto della madre della gestante), considerando anche la presenza di eventi stressanti e variabili relative alla gravidanza. L’ipotesi della ricerca riguarda la possibilità che tali fattori possano influire sull’andamento clinico del parto valutato attraverso una griglia di rilevazione che permette di classificare il processo di parto in base agli eventi biologici e medico-assistenziali registrati nella cartella clinica ospedaliera. Lo studio ha previsto due fasi: a) rilevazione delle variabili materne al terzo trimestre di gravidanza; b) valutazione dell’andamento clinico del parto tramite dati della cartella clinica ospedaliera. I risultati di questo studio supportano l’ipotesi che gli aspetti della struttura psichica materna possano influire sull’andamento clinico del parto: maggiori punteggi alla scala di rilevazione della depressione e dell’alessitimia si associano rispettivamente a travaglio più lungo e parto operativo. Ansia e depressione si associano inoltre ad un aumento eccessivo di peso durante la gravidanza. Infine sembra emergere un ruolo significativo degli aspetti intergenerazionali: il parto operativo risulta associato alla presenza di complicazioni del parto della madre della gestante. L’interpretazione di questi risultati invita alla prudenza, considerata la ridotta estensione del campione e la complessità delle variabili in gioco, tuttavia lo studio offre spunti di riflessione sulla psicosomatica del parto e sottolinea l’importanza delle variabili psicosociali nell’ambito dell’assistenza perinatale.

  • Carlo Cristini: un ricordo a pi&ugrav Alessandro Antonietti, Carlo Cipolli, Rossana De Beni, Anna Maria Della Vedova, Santo Di Nuovo, Mario Fulcheri, Gianbattista Guerrini, Luciano Peirone, Alessandro Porro, Pietro Vigorelli, in RICERCHE DI PSICOLOGIA 4/2022 pp.1
    DOI: 10.3280/rip2021oa13098

Vedova A .M. Della, B. Ducceschi, A. Lojacono, M. Guana, A. Imbasciati, C. Cristini, Variabili psicologiche materne e andamento del parto: rilevazione in un campione di donne italiane alla prima esperienza di parto in "RICERCHE DI PSICOLOGIA " 2/2011, pp 191-219, DOI: 10.3280/RIP2011-002003