Clicca qui per scaricare

La lunga strada dalla Prussia a Israele: Harry A. Hinden dalla Scuola marittima di Civitavecchia al campo profughi di Pollone (1935-1948). Una testimonianza
Titolo Rivista: MONDO CONTEMPORANEO 
Autori/Curatori: Mario Toscano 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  23 P. 115-137 Dimensione file:  3715 KB
DOI:  10.3280/MON2012-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nel corso del Ventesimo secolo vari e complessi sono stati i rapporti dell’Italia con il mondo ebraico. Tra le vicende significative vanno considerate l’esperienza della Scuola marittima di Civitavecchia, frutto della collaborazione tra il regime fascista e il movimento sionista revisionista di Jabotinsky alla metà degli anni Trenta e il favorevole atteggiamento delle autorità italiane nei confronti dei superstiti della Shoah e della loro immigrazione clandestina in Palestina dalle coste della penisola tra il 1945 e il 1948. La testimonianza di Harry A. Hinden, ebreo tedesco, residente in Lettonia, deportato in un campo di prigionia in Unione Sovietica nel 1941, offre un contributo di conoscenze vivace e originale su queste due vicende particolari, all’interno di una cronaca che rievoca le vicissitudini di una famiglia ebraica alle prese con gli eventi della "grande" storia del Novecento.


Keywords: Fascismo, sionismo, seconda guerra mondiale, campi di prigionia in Urss, Shoah, immigrazione clandestina ebraica in Palestina 1945-1948



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Mario Toscano, in "MONDO CONTEMPORANEO" 2/2012, pp. 115-137, DOI:10.3280/MON2012-002005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche