Clicca qui per scaricare

Giustizia minorile e partecipazione sociale: qualche riflessione sulla mediazione penale
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL DIRITTO  
Autori/Curatori: Chiara Scivoletto 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  13 P. 55-67 Dimensione file:  217 KB
DOI:  10.3280/SD2012-003004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La mediazione penale è una attività fondata sulla logica della negoziazione attraverso cui si mira non solo alla gestione della situazione giuridica violata, ma anche alla ricomposizione dei rapporti sociali tra gli individui. La mediazione penale minorile permette all’autore di reato minorenne e alla sua vittima di divenire protagonisti attivi della gestione del conflitto che li oppone. Alla luce dei risultati di una ricerca, sinteticamente riportati nell’articolo, pare possibile affermare che la mediazione consente di aprire nella dimensione processuale penale uno spazio per le vittime che resterebbe altrimenti loro negato. Infatti la mediazione penale minorile ha offerto sia agli autori che alle vittime l’occasione per esprimersi e riconoscersi. Essa si presta dunque a divenire un laboratorio di partecipazione sociale, specie laddove venga praticata nella dimensione tra pari.


Keywords: Mediazione penale - Giustizia alternativa - Giustizia minorile - Partecipazione sociale



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Chiara Scivoletto, in "SOCIOLOGIA DEL DIRITTO " 3/2012, pp. 55-67, DOI:10.3280/SD2012-003004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche