Clicca qui per scaricare

La diagnosi psicoanalitica
Titolo Rivista: SETTING 
Autori/Curatori: Ciro Elia 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 32 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  15 P. 47-61 Dimensione file:  481 KB
DOI:  10.3280/SET2011-032003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’Autore sostiene con varie motivazioni che l’utilità della testistica in ambito clinico è sovradimensionato ai giorni nostri, mentre essa va limitata a casi particolari, mentre ne viene riconosciuta la rilevanza per la ricerca. Se da un lato viene certamente tenuta in conto l’importanza della diagnosi categoriale e dimensionale, dall’altro ne viene sottolineata in ambito psicoanalitico la provvisorietà, per cui può essere riveduta nel corso del trattamento sulla base di nuove acquisizioni, e soprattutto la sua embricazione con lo sviluppo della relazione e del processo clinici. Quindi, non viene posta una netta distinzione tra processo diagnostico e processo terapeutico. Vengono poi illustrati i parametri a cui la diagnosi psicoanalitica deve fare riferimento e cioè, le "fissazioni" istintuali, i meccanismi di difesa, la tipologia delle relazioni oggettuali, l’organizzazione del Sé, l’esame di realtà e soprattutto il transfert e il controtransfert. In situazioni di grossa difficoltà diagnostica e di non facile comprensione, sono spesso le caratteristiche del controtransfert che possono essere illuminanti, già nei colloqui preliminari o nel prosieguo della terapia.




  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Ciro Elia, in "SETTING" 32/2011, pp. 47-61, DOI:10.3280/SET2011-032003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche