Clicca qui per scaricare

Risorgimento e regno d’italia nella storiografia russa tra fine ottocento e primo novecento: n.i. kareev e e.v. tarle
Titolo Rivista: MONDO CONTEMPORANEO 
Autori/Curatori: Antonello Venturi 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  20 P. 129-148 Dimensione file:  317 KB
DOI:  10.3280/MON2012-003004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Tarle sono tra i più noti specialisti di storia europea nella Russia di fine Ottocento e di inizio Novecento. I loro testi di alta divulgazione di questi anni, che riflettono direttamente quel che si insegnava nelle università dell’impero, ben illustrano la loro idea della più recente storia italiana. Forte è qui l’influenza del radicalismo politico russo degli anni Sessanta dell’Ottocento: chi veramente cambia l’ordine europeo è Napoleone III, Mazzini incarna il peso eccessivo della religione nella vita politica italiana, Cavour è anzitutto un nemico della rivoluzione popolare. Anche Garibaldi per Kareev è sostanzialmente l’uomo capace di unire l’elemento monarchico a quello popolare, più che un rappresentante di quest’ultimo, anche se Tarle riprende invece il grande mito russo dell’eroe popolare. I primi anni del regno d’Italia riuniscono invece i due autori nella sconsolata visione di un paese povero, dalle forme sociali arretrate, afflitto dall’ignoranza e vittima di continue politiche anti-popolari.


Keywords: Kareev, Tarle, storiografia russa, Risorgimento, Regno d’Italia, Cavour



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Antonello Venturi, in "MONDO CONTEMPORANEO" 3/2012, pp. 129-148, DOI:10.3280/MON2012-003004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche