Clicca qui per scaricare

Tenere insieme gli opposti, alla ricerca di senso. Note sulla complessità di un caso borderline
Titolo Rivista: PSICOBIETTIVO 
Autori/Curatori: Stefania Suriano 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  5 P. 119-123 Dimensione file:  186 KB
DOI:  10.3280/PSOB2013-001009
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In questo lavoro viene proposta una rilettura del caso clinico di una paziente borderline dal punto di vista della psicologia analitica junghiana con riferimenti ad altri modelli psicodinamici. La grave sintomatologia della paziente, espressa nei momenti più critici con sintomi dissociativi, comportamenti impulsivi e acting out, sembra essere la rappresentazione di un corto circuito psichico, una forma di difesa di fronte a ripetuti e devastanti stati traumatici, identificabile come una condizione psicologica e psicosomatica caratterizzata dalla non pensabilità della paura e del dolore, che vengono negati, quando fallisce più volte anche a livello transgenerazionale il meccanismo che li percepisce, li controlla e li regola. L’espressione della sofferenza attraverso affetti archetipici esplosivi e indifferenziati è trasformata dalla terapia in sentimenti, che comunicano gli stati interiori del sé agli altri e consentono di accedere ad una dimensione di cambiamento e di sviluppo.


Keywords: Borderline; trauma cumulativo; complesso; madre; suicidio; dissociazione.

  1. Bion W.R. (1959) “Attacks on Lincking”, Internationl Journal of Psychoanalysis, vol. 40 (trad. it. Attacchi al legame, in Analisi degli schizofrenici e metodo psicoanalitico, Armando, Roma 1970)
  2. Cavallari G. (2011) “La volontà di cambiamento in Il Nuovo. Forme di apertura all’ulteriore”, Atti del XV Convegno Nazionale CIPA, 2010
  3. Fonagy P. (2001) Attachment Theory and Psychoanalysis, Other Press (USA) (trad. it. Psicoanalisi e teoria dell’attaccamento, Raffaello Cortina, Milano 2002)
  4. Jung C.G. (1907) Psichogenese der Geistekrankeiten, Walter Verlag, Olten (trad. it. Psicogenesi delle malattie mentali, Il complesso a tonalità affettiva e i suoi effetti sulla psiche, in Opere, vol. 3, Bollati Boringhieri, Torino, 1996)
  5. Jung C.G. (1921) Psychologische Typen, Rascher Verlag, Olten (trad. it. Tipi psicologici, in Opere, vol. 6, Bollati Boringhieri, Torino, 1996)
  6. Jung C.G. (1934) Algemeines zur Komplextheorie, in Die Dynamik des Unbewussten, Racher Verlag, Olten (trad. it. Tipi psicologici, in Opere, vol. 8, Bollati Boringhieri, Torino, 1976)
  7. Jung C.G. (1935) Grundsatzlikes zur praktischen Psychoterapie, Rascher Verlag, Zurigo (trad. it. Principi di psicoterapia pratica, in Opere, vol. 16, Bollati Boringhieri, Torino, 1981)
  8. Jung C.G. (1952) Wandlungen und Symbole der Libido, Rascher Verlag, Zurigo (trad. it. Simboli della trasformazione – La lotta per la liberazione dalla madre, Bollati Boringhieri, Torino, 1973)
  9. Hillman J. (1965) Suicide and the Soul, Spring Comunications, Woodstock (trad. it. Il suicidio e l’Anima, Adelphi, Milano, 2010)
  10. Hillman J. (1975) Loose Ends: Primary Papers in Archetypal Psychology, Spring Publications, Woodstock (trad. it. Trame perdute, Raffaello Cortina, Milano, 1985)
  11. Kalshed D. (1996) The Inner World of Trauma. Archetipal Defenses of the Personal Spirit, Routledge, Londra (trad. it. Il mondo interiore del trauma, Moretti e Vitali, Bergamo, 2001)
  12. Khan M. (1964) “Ego distortion, cumulative trauma and the role of reconstruction in the analytic situation”, International Journal of Psychoanalysis, vol 45 (trad. it. Il concetto di trauma cumulativo, in Lo spazio privato del sé, Bollati Boringhieri, Torino 1979)
  13. Testa F. (2011) “Sogno e psicoterapia. Borderline e visione del mondo”, in “Il Nuovo. Forme di apertura all’ulteriore”, Atti del XV Convegno nazionale del CIPA, Milano

Stefania Suriano, in "PSICOBIETTIVO" 1/2013, pp. 119-123, DOI:10.3280/PSOB2013-001009

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche