Clicca qui per scaricare

La verità del diritto senza verità
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL DIRITTO  
Autori/Curatori: Massimo La Torre 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  13 P. 187-199 Dimensione file:  189 KB
DOI:  10.3280/SD2013-001014
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La tradizione positivistica e la stessa modernità giuridica sembrano raccomandarci di divaricare il più possibile la distanza tra produzione del diritto e accertamento della verità. I due ambiti vengono separati con decisione e in maniera apparentemente nitida. Il diritto sarebbe verità o si sovrapporrebbe a questa solo per il giusnaturalista o il chierico, ma una volta che laicamente si riconoscesse la sua origine positiva e procedurale, "secolare", del diritto si dovrebbe finire di predicare la verità. Si afferma così la tesi del diritto senza verità, la quale si presenta anche come opzione politica o etica. La verità nel diritto potrebbe solo essere autoritaria ed è dunque bene farne a meno. Un atteggiamento astensionista o non cognitivo è ciò che meglio si addice al giurista. Così almeno ci dice il giuspositivista. Tuttavia alla verità ciò che questi contrappone non è la libertà del soggetto autonomo bensì l’autorità del potere sovrano. Quest’ultimo si legittima come rimedio alla deficienza cognitiva ed alla mancanza di verità che assilla il diritto e in generale l’esperienza normativa. L’articolo discute di questa costellazione teorica e si domanda se un diritto senza verità possa sostenersi senza una sua propria verità non solo descrittiva, ma anche infine nuovamente normativa.


Keywords: Concetto di diritto, Verità, Giuspositivismo, Non cognitivismo metaetico, Giusnaturalismo, Fatti e valori

  1. Dworkin, Ronald, 2011. Justice for Hedgehogs. Cambridge (MA): Harvard University Press.
  2. Ferrajoli, Luigi, 1983. La semantica della teoria del diritto. In Uberto Scarpelli (a cura di), La teoria generale del diritto: Problemi e tendenze attuali. Milano: Edizioni di Comunità. —, 2007a. Principia iuris: Teoria del diritto e della democrazia: 1. Teoria del diritto. Roma-Bari: Laterza. —, 2007b. Principia iuris: Teoria del diritto e della democrazia: 2. Teoria della democrazia. Roma-Bari: Laterza
  3. Häberle, Peter, [1995] 2000. Diritto e verità. Torino: Einaudi
  4. Hegel, Georg Wilhelm Friedrich, [1807] 1952. Phänomenologie des Geistes, a cura di Johannes Hoffmeister. Hamburg: Felix Meiner
  5. Irti, Natalino, 2011. Diritto senza verità. Roma-Bari: Laterza
  6. Kant, Immanuel, [1787] 1993. Vorrede zur zweiten Auflage. In Id., Kritik der reinen Vernunft, a cura di Raymund Schmidt. Hamburg: Felix Meiner
  7. Kelsen, Hans, [1979] 1985. Teoria generale delle norme. Torino: Einaudi
  8. Mackie, John L., 1977. Ethics: Inventing Right and Wrong. London: Penguin Books.
  9. Nietzsche, Friedrich, [1873] 2011. Su verità e menzogna in senso extramorale. In Id., Su verità e menzogna in senso extramorale e altri scritti. Roma: Editori Internazionali Riuniti
  10. Patterson, Dennis, 1996. Law and Truth. Oxford: Oxford University Press
  11. Pintore, Anna, 1996. Il diritto senza verità. Torino: Giappichelli
  12. Putnam, Hilary 2002. The Collapse of the Fact/Value Dichotomy and Other Essays. Cambridge (MA): Harvard University Press
  13. Ross, Alf, [1968] 1978. Direttive e norme. Milano: Edizioni di Comunità
  14. Scarpelli, Uberto, 1984. Auctoritas non veritas facit legem. Rivista di filosofia, 75, 1: 29-43
  15. Waldron, Jeremy, 1992. The Irrelevance of Moral Objectivity. In Robert P. George (a cura di), Natural Law Theory: Contemporary Essays. Oxford: Oxford University Press. —, 1996. Kant’s Legal Positivism. Harvard Law Review, 109, 7: 1535-1566.
  16. Weinberger, Ota, 1992. Moral und Vernunft: Beiträge zu Ethik, Gerechtigkeitstheorie und Normenlogik. Wien: Böhlau.

Massimo La Torre, in "SOCIOLOGIA DEL DIRITTO " 1/2013, pp. 187-199, DOI:10.3280/SD2013-001014

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche