Clicca qui per scaricare

La Compagnia di Gesù, la guerra e l’immagine del soldato da Ignazio a Possevino (1546-1569)
Titolo Rivista: SOCIETÀ E STORIA  
Autori/Curatori: Gianclaudio Civale 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: 140 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  35 P. 283-317 Dimensione file:  554 KB
DOI:  10.3280/SS2013-140003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Mediante l’analisi del linguaggio dei primi scritti gesuitici, il saggio affronta la rappresentazione della Compagnia di Gesù come milizia spirituale e la giustificazione del ricorso alle armi all’interno di una più complessa campagna di conquista religiosa condotta contro eretici ed infedeli. Con la partecipazione dei primi padri gesuiti all’interno degli eserciti spagnoli impegnati, nella metà del secolo XVI, nel teatro di guerra mediterraneo contro turchi e barbareschi, maturò all’interno dell’ordine una particolare sensibilità pastorale nei confronti degli uomini d’arme che portò, sotto la direzione del terzo generale della Compagnia Francesco Borgia (1510-1572), a un impegno strutturale della Compagnia all’interno degli eserciti cattolici. Nel passaggio dal confronto contro gli infedeli musulmani ai conflitti confessionali europei, uno dei più significativi progressi dell’atteggiamento gesuitico nei confronti del mondo militare fu costituito dall’adozione della religione come risorsa ‘disciplinante’, nell’intento di mantenere coesi e motivati eserciti divenuti anch’essi terreno di missione. Nella Francia delle prime guerre di religione, le opere e l’apostolato di gesuiti come Emond Auger (1530-1591) e Antonio Possevino (1533-1611) si collocò all’interno del sorgere, in entrambi gli schieramenti confessionali, di una comune esigenza di "moralizzazione" del mestiere delle armi e di un parallelo sforzo di porre l’osservanza religiosa alla base della disciplina marziale. In questo fenomeno può ravvisarsi un tentativo di "confessionalizzazione" della professione militare per l’individuazione di un nuovo modello di soldato ideale, che si colloca tra il declino della cavalleria ed il profilarsi dell’archetipo neostoico delineato da Lipsio


Keywords: Compagnia di Gesù, Possevino, guerra, cappellani militari, disciplina militare confessionalizzazione



  1. Vincenzo Lavenia, Metodo, ragione, guerra. La letteratura catechetica per i soldati nel XVIII secolo in SOCIETÀ E STORIA 154/2017 pp. 767, DOI: 10.3280/SS2016-154008

Gianclaudio Civale, in "SOCIETÀ E STORIA " 140/2013, pp. 283-317, DOI:10.3280/SS2013-140003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche