Clicca qui per scaricare

Capacità locali . Per una nuova economia dei territori produttivi
Titolo Rivista: ECONOMIA E SOCIETÀ REGIONALE  
Autori/Curatori: Giancarlo Corò, Paolo Gurisatti 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  35 P. 11-45 Dimensione file:  409 KB
DOI:  10.3280/ES2013-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Le Città metropolitane costituiscono il motore per lo sviluppo. L’Unione Europea nella programmazione 2014-2020 punterà molto sulle città per rilanciare lo sviluppo dell’Unione in un’ottica di sostenibilità, destinando il 5% del Fesr a questo obiettivo. Tuttavia, le aree metropolitane in senso funzionale spesso non coincidono con le Città metropolitane di diritto. In questa prospettiva, il saggio discute della "questione metropolitana" nel contesto della riforma di riordino territoriale italiano (l.135/2012), con particolare riferimento al caso della Città metropolitana di Venezia. Questo costituisce un caso esemplare di non coincidenza della Città metropolitana, definita a partire dalla provincia di Venezia, con l’area metropolitana policentrica (City Region), che riguarda invece la regione del Veneto centrale, a partire dalle città di Padova, Treviso e Venezia (PaTreVe).


Keywords: Area metropolitana, politiche europee, riforme istituzionali, governance multilivello

  1. Kenny C. (2012). Va già meglio. Lo sviluppo globale e le strategie per migliorare il mondo. Torino: Bollati Boringhieri
  2. Read D. (2013). Punctuated Equilibrium and Prairie Farming. workshop Insite, 19 marzo, Eclt. Venezia. Ca’ Foscari
  3. Acemoglu D., Robinson J. (2012). Why Nations Fail. New York: Crown Business.
  4. Baumol W.J. (2010). The Microtheory of Innovative Entrepreneurship. Princeton: Princeton University Press.
  5. Becattini G. (2004). Per un capitalismo dal volto umano. Critica dell'economia apolitica. Torino: Bollati Boringhieri
  6. Bijker W. (1995). La bicicletta e altre innovazioni. Milano: Mc Graw Hill Italia
  7. Blinder A. S. (2007). How Many U.S. Jobs Might Be Offshorable?. Ceps Working Paper No. 142. Princeton: Princeton University Press
  8. Bortolotti B. (2013). Crescere insieme. Per un’economia giusta. Bari: Laterza
  9. Bucini G., Corò G., Micelli S. (2012). Global competition in mature industries: upgrading through manufacturing. Boston: c.Met Working paper 14
  10. Bugamelli M., Cantari L., Lotti F., Magri S. (2012). Il gap innovativo del sistema produttivo italiano: radici e possibili rimedi. Banca d’Italia - Questioni di Economia e Finanza, n. 121
  11. Calabrò A. (2009). Orgoglio industriale. Milano: Mondadori
  12. Corò G. (2010). L’economia italiana nei sentieri del capitalismo imprenditoriale. Argomenti, 30., DOI: 10.3280/ARG2010-030004
  13. Corò G. (2013). I sistemi locali nelle catene globali del valore. Economia italiana, 1
  14. Corò G., Micelli S. (2006). I Nuovi Distretti Produttivi. Innovazione, internazionalizzazione e competitività dei territori. Venezia: Marsilio editore
  15. Corò G., Volpe M. (2012). Offshoring internazionale e attrazione degli investimenti. In: AA.VV. Veneto internazionale. Rapporto sull’internazionalizzazione del sistema economico regionale 2012. Unioncamere Veneto
  16. Crouch C., Le Galés P., Trigilia C., Voelzkow H. (2004). I sistemi di produzione locale in Europa. Bologna: il Mulino
  17. Dasgupta P. (2007). Povertà, ambiente e società. Bologna: il Mulino
  18. Florida R. (2003). L’ascesa della classe creativa. Milano: Mondadori
  19. Ginzburg C. (1986). Miti, Emblemi, Spie. Morfologia e storia. Torino: Einaudi.
  20. Gurisatti P. (2011). Progettare il processo costituente di un cluster. Il caso del distretto trentino dell’energia e dell’ambiente. Argomenti, 32., DOI: 10.3280/ARG2011-032005
  21. Lane D., van der Leeuw S., Pumain D., West G., a cura di (2009). Complexity Perspectives in Innovation and Social Change. Springer
  22. Maddison A. (2003). The World Economy: Historical Statistics. OECD
  23. Messina P. (2012). Modi di regolazione dello sviluppo locale: una comparazione per contesti di Veneto ed Emilia Romagna. Padova: University Press
  24. Moretti E. (2012). The New Geography of Jobs. New York: Houghton Mifflin Harcourt
  25. Olson M. (1983). Ascesa e declino delle Nazioni. Bologna: il Mulino
  26. Pisano G. P., W.C. Shih (2009). Restoring America Competitiveness. Harvard Business Review, July-August
  27. Porter M. (1991). Il vantaggio competitivo delle nazioni. Milano. Comunità
  28. Rossi S. (2009). Controtempo. L’Italia nella crisi mondiale. Bari: Laterza
  29. Rullani E. (2004). Economia della Conoscenza. Roma: Carocci.
  30. Sylos Labini S. (2010). Problemi e prospettive dell’industria ecologica in Italia nell’ottica dello sviluppo sostenibile. Economia italiana, 2
  31. Spence M. (2012). La convergenza inevitabile. Una via globale per uscire dalla crisi. Bari: Laterza
  32. Stern N. (2007). The Economics of Climate Change: The Stern Review. Cambridge: University Press.
  33. Stiglitz J. (2010). Freefall. Free Market and the Sinking of World Economy. New York: Norton & Company
  34. Stiglitz J., Sen A., Fitoussi J-P. (2010) Mismeasuring Our Lives. Why GDP Doesn’t Add Up. New york: The New Press
  35. Tattara G. (2001). Il piccolo che nasce dal grande. Le molteplici facce dei distretti industriali veneti. Milano: FrancoAngeli
  36. Unep (2012). Inclusive Wealth Report 2012. Measuring progress toward sustainability, Unu-Ihdp
  37. Visco I. (2009). Investire in conoscenza per la crescita economica. Bologna: il Mulino.
  38. Wilkinson R., Pickett K. (2009). La misura dell’anima. Perché le disuguaglianze rendono le società più infelici. Milano: Feltrinelli.
  39. World Bank (2011). The changing wealth of nations: Measuring sustainable development in the new millennium



  1. Giancarlo Corò, Sviluppo, lavoro, territorio. in ECONOMIA E SOCIETÀ REGIONALE 1/2014 pp. 25, DOI: 10.3280/ES2014-001003

Giancarlo Corò, Paolo Gurisatti, in "ECONOMIA E SOCIETÀ REGIONALE " 1/2013, pp. 11-45, DOI:10.3280/ES2013-001002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche