Clicca qui per scaricare

L’idrovia padana Ticino-Mincio: un progetto mai realizzato
Titolo Rivista: STORIA URBANA  
Autori/Curatori: Maria Paola Pasini 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: 138 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  23 P. 95-117 Dimensione file:  1397 KB
DOI:  10.3280/SU2013-138006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il saggio focalizza l’attenzione su alcune vicende legate alla navigazione interna in Italia e in particolare al progetto del canale navigabile Ticino-Mincio, una via d’acqua che avrebbe messo in collegamento la Svizzera con il mare Adriatico. Idee e progetti in questa direzione vennero sviluppati già in età moderna nel Nord Italia, ma solo a partire dagli inizi del Novecento si assistette a un fiorire di iniziative. Con il Fascismo vi fu prima un rallentamento e quindi un’espansione in chiave autarchica di possibili progetti nell’ambito della navigazione interna. Solo nel Secondo dopoguerra, tuttavia, prese forma con convinzione l’idea di una via d’acqua che attraversasse la Pianura padano-veneta mettendo in collegamento Milano e le altre città interne con l’Adriatico. Il sogno si infranse alla fine degli anni Sessanta anche se la discussione continuò ancora a lungo. Le ragioni del fallimento sono legate soprattutto a divergenze di carattere locale tra gli amministratori delle varie città e in particolare a una politica del governo centrale che privilegiò la scelta del trasporto su gomma e, quindi, la costruzione di autostrade, soprattutto per legare il Nord e il Sud del paese.


Keywords: Navigazione interna Pianura padano-veneta Ticino-Mincio Collegamento

Maria Paola Pasini, in "STORIA URBANA " 138/2013, pp. 95-117, DOI:10.3280/SU2013-138006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche