Clicca qui per scaricare

La disobbedienza civile: un fenomeno in evoluzione
Titolo Rivista: PARTECIPAZIONE E CONFLITTO 
Autori/Curatori: Teresa Serra 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 28-39 Dimensione file:  271 KB
DOI:  10.3280/PACO2013-002002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


"Don’t hate the media, become the media", as Appadurai suggested more than ten years ago, in order to stress the importance of the narration of non-conventional political action. The article conveys the different phenomena of civil disobedience, from the reasons for obeying or not obeying, to the hackering, from the constituency power of social disobedience to the dissent as civic engagement. Finally, the author asks whether the only actual revolution is the electronic one.


Keywords: Civil Disobedience, Hacker, Dissent, Everlasting Revolution, Social Rights

  1. Appadurai A. (2001), Modernità in polvere, Meltemi, Roma.
  2. Arendt H. (1985), La disobbedienza civile e altri saggi, Giuffrè, Milano.
  3. Fioriglio G. (2010), Hackers, Nuova Cultura, Roma.
  4. Mirzoeff N. (a cura di, 1998), The visual culture reader, Routledge, Londra.
  5. Pontara G. (1991), “Sulla disobbedienza civile”, Teoria politica, 3: 29-45.
  6. Rawls J. (1982), Una teoria della giustizia, Feltrinelli, Milano.
  7. Serra T. (2011), I mille volti della violenza, in Id. (a cura di), Il sabato di Montecompatri. Atti de La Nottola di Minerva. La filosofia incontra la realtà, Nuova Cultura, Roma.
  8. Serra T. (2013), Civic engagement e capitale sociale: dalla voice alla fatica del fare, in R. Bartoletti e F. Faccioli (a cura di), Comunicazione e civic engagement. Media, spazi pubblici e nuovi processi di partecipazione, FrancoAngeli, Milano.

Teresa Serra, in "PARTECIPAZIONE E CONFLITTO" 2/2013, pp. 28-39, DOI:10.3280/PACO2013-002002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche