Clicca qui per scaricare

Fenomenologia della paranoia
Titolo Rivista: RIVISTA SPERIMENTALE DI FRENIATRIA 
Autori/Curatori: Georges Charbonneau 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 157-172 Dimensione file:  342 KB
DOI:  10.3280/RSF2013-003008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La fenomenologia della paranoia qui proposta prende le mosse dai lavori di A. Tatossian e di P. Ricoeur ed esplora la struttura dell’identità umana e la relazione tra idemità e ipseità. Il problema è ontologico ed è proprio il pericolo ontologico della "caduta" che il paranoico avverte; una caduta che si traduce in un vissuto di eccessiva vicinanza agli altri. Da qui la "fuga nelle altezze", che richiede di modificare i rapporti di evidenza e di sovra-investire i ruoli. Intersoggettività e intercorporeità sono al cuore di questa patologia, distinta nella sua essenza dalla psicopatia.


Keywords: Paranoia, intersoggettività, intercorporeità, idemità, ipseità, caduta.

  1. [1] Parnas J, Moller P, Kircher T, Thalbitzer J, Jannson L, Handest P et al. Ease: examination of anomalous self-experience. Psychopathology 2005; 38: 236-58.
  2. [2] Blankemburg W. (Der Verlust der natürlichen Selbstverständlichkeit. 1971. La perte de l’évidence naturelle. Paris: PUF; 1991.
  3. [3] Straus E. Du Sens des sens. Grenoble: J. Millon; 1989.
  4. [4] Charbonneau G. Approche phénoménologique de la paranoïa sensitive de E. Kretshmer. Le cas Edgar Charles. Pratiques psychologiques, 2007; 13(2): 153-67.
  5. [5] Schreber DP. Mémoires d’un névropathe. Paris: Le Seuil; 1975.

Georges Charbonneau, in "RIVISTA SPERIMENTALE DI FRENIATRIA" 3/2013, pp. 157-172, DOI:10.3280/RSF2013-003008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche