Clicca qui per scaricare

L’incontro tra familiari e operatori dei servizi psichiatrici. Verso una decostruzione della colpa
Titolo Rivista: PSICOBIETTIVO 
Autori/Curatori: Silvia Carbone 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  1 P. 101-121 Dimensione file:  153 KB
DOI:  10.3280/PSOB2013-003006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nell’ultimo decennio, l’aumento delle modalità di contatto tra due entità, servizi psichiatrici e familiari, indispensabili entrambe per sostene- re il percorso di riabilitazione individuale del soggetto, ha modificato le richieste e conseguentemente le aspettative, ma ha anche fatto emergere nuove difficoltà e conflitti. Può il moltiplicarsi delle occasioni di contatto, tra operatori e familiari, favorire il sorgere di atteggiamenti di colpevolizzazione da parte degli operatori stessi nei confronti della famiglia, sulla base dell’influenza di quegli orientamenti teorici sistemico-relazionali dell’inizio del XX secolo che riconoscevano nei familiari il loro essere concausa della sofferenza del proprio caro? E come incide tutto ciò sulla collaborazione? Questa ricerca è stata condotta presso alcune strutture pubbliche di Roma. La caratteristica del contesto relazionale ha portato a privilegiare come strumenti di analisi le interviste qualitative. Sono state raccolte ventisei interviste.


Keywords: Salute mentale; familiari; sociologia; colpevolizzazione; ricerca sui servizi sanitari

  1. Alanen Y. (1966) The family in the pathogenesis of schizophrenic and neurotic disorders, Munksgaard, Denmark
  2. Aluffi G. (2001) Dal manicomio alla famiglia. L’inserimento etero filiale supportato di adulti sofferenti di disturbi psichici, FrancoAngeli, Milano
  3. Ancora A., Sbardella A. (2011) L’approccio transculturale nei servizi psichiatrici. Un confronto tra gli operatori, FrancoAngeli, Milano
  4. Barton Evans F. (1996) Harry Stack Sullivan: interpersonal theory and psychotherapy, Routledge, New York
  5. Bateson G. (1972) Verso un’ecologia della mente (trad. it. Adelphi, Milano, 1977)
  6. Barbetta P. (2008) Lo schizofrenico della famiglia, Meltemi, Roma
  7. Basaglia F. (a cura di) (1997) Che cos’è la psichiatria, Baldini & Castoldi, Milano
  8. Basaglia F. (a cura di) (2010) L’istituzione negata. Rapporto da un ospedale psichiatrico, Dalai, Milano
  9. Bowen M. (1978) Family Therapy in Clinical Practice, Aronson, New York
  10. Brown G.W. (1959) Experiences of discharged chronic schizophrenic mental hospital patients in various types of living group, Millibank Memorial Found Quarterly, USA
  11. Cammarota A. (2009) L’altro da raccontare. Un approccio coloniale con i nativi del Centro America, FrancoAngeli, Milano
  12. Cipolla C. (a cura di) (2002) Principi di sociologia, FrancoAngeli, Milano
  13. Cipolla C. (a cura di) (2004) Manuale di sociologia della salute. Teoria, FrancoAngeli, Milano
  14. Creer C., Wing J.K. (1974) Schizophrenia at Home, Institute of Psychiatry, London
  15. Dell’Acqua P. (2010) Fuori come va? Famiglie e persone con schizofrenia. Manuale per un uso ottimistico delle cure e dei servizi, Feltrinelli, Milano
  16. Donati P. (a cura di) (1983) Verso una nuova sociologia della salute, FrancoAngeli,
  17. Milano Fiorino V. (2002) Matti, indemoniati e vagabondi. Dinamiche di internamento manicomiale tra Otto e Novecento, Marsilio, Torino
  18. Ferruta A., Marcelli M. (2007) Un lavoro terapeutico. L’infermiere in psichiatria, FrancoAngeli, Milano
  19. Foucault M. (1976) Storia della follia nell’età classica (trad. it. Bur Storia, Milano)
  20. Galimberti U. (1983) Il corpo. Antropologia, psicoanalisi, fenomenologia, Feltrinelli, Milano
  21. Gambini P. (2007) Psicologia della famiglia. La prospettiva sistemico relazionale, FrancoAngeli, Milano
  22. Giddens A., Sutton P.W. (2010) Sociology: introductory readings, Polity Press, USA
  23. Goffman E. (1961) Asylums. Le istituzioni totali: meccanismi dell’esclusione e della violenza (trad. it. Einaudi, Torino, 2003)
  24. Goldenberg H. (2004) Family therapy: an overview, Thomson Brooks, Belmont USA
  25. Hoenig J., Hamilton M.W. (1966) “The burden on the household in an extramural psychiatric service”, in Freeman H.L., New aspects of the mental health services, Pergamon, Oxford
  26. Kasani J., Knight E., Sage P. (1934) “The parent-child relationship in schizophrenia, Journal of nervous and mental disease”, British Medical Journal, 79: 249-263
  27. Laing R.D., Esterson A. (1970) Normalità e follia nella famiglia. Undici storie di donne, Einaudi, Torino
  28. Lidz T. (1958) “Schizophrenia and family”, Journal for the Study of Interpersonal Processes, 21
  29. Lodolini G.R. (2005) La famiglia nell’immaginario della psichiatria tra vittima e carnefice, Associazione Droga Che Fare Oggi
  30. Mannoni M. (1975) Le psychiatre, son fou et la psychanalyse (trad. it Coop. Edizioni Jaca Book, Milano)
  31. Onnis L., Lo Russo G. (a cura di) (1980) Dove va la psichiatria? Pareri a confronto su salute mentale e manicomi in Italia dopo la nuova legge, Feltrinelli, Milano
  32. Reichamm F.F. (1940) “Notes on the mother role in family group”, Bulletin of the Menninger Clinic, 4
  33. Rosen J.N. (2010) Direct Analysis. Selected Papers, Kessinger Publishing, USA
  34. Saraceno B. (1995) La fine dell’intrattenimento. Manuale di riabilitazione psichiatrica, Etas, Milano
  35. Scotti F. (2002) “Osservare e comprendere”, Quaderni di Psicoterapia infantile, 46
  36. Sullivan H.S. (1972) Interpersonal theory and psychotherapy (trad. it. Feltrinelli, Milano)
  37. Warner R. (1997) Recovery from schizophrenia: psychiatry and political economy, Brunner-Routledge, East Sussex

Silvia Carbone, in "PSICOBIETTIVO" 3/2013, pp. 101-121, DOI:10.3280/PSOB2013-003006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche