Clicca qui per scaricare

Il contributo del DSSVP (disegno simbolico dello spazio di vita professionale) allo studio delle identità lavorative: il caso di una casa circondariale
Titolo Rivista: RISORSA UOMO  
Autori/Curatori:  Caterina Gozzoli, Chiara D'Angelo, Giancarlo Tamanza 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 59-76 Dimensione file:  997 KB
DOI:  10.3280/RU2012-001007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


The work aims at presenting the contribution of the professional life space drawing (DSSVP), a graphic-symbolic tool, to the analysis of the identities within the working frameworks. Namely, the study will consider police officers and middle management working in a prison (casa circondariale) in Lombardia (Italy). Firstly, the relationship between work and identity and the challenges that it is facing in the present setting will be considered. Secondly, the analysis will focus on the prisons context, where the professionals figures investigated within this study operate. At this stage, the tool of DSSVP will be presented together with those issues that it has helped to highlight thanks to a metric-type and phenomenological analysis

Il lavoro intende presentare il contributo che il Disegno Simbolico dello Spazio di Vita Professionale (DSSVP), uno strumento grafico-simbolico, può portare nello studio delle identità entro i contesti di lavoro. In particolare nello studio si farà riferimento ad agenti e quadri intermedi, che lavorano in una Casa Circondariale lombarda. Ci si soffermerà dapprima sull’evoluzione del rapporto lavoro-identità e sulle sfide che questa ultima è chiamata ad affrontare nello scenario odierno. A seguire, dopo aver delineato il contesto delle Case circondariali, entro cui i professionisti considerati in questo lavoro operano, verrà presentato lo strumento del DSSVP e ciò che riesce a mettere in evidenza grazie a un’analisi di tipo metrico e di tipo fenomenologico.
Keywords: Identità lavorativa, disegno simbolico dello spazio di vita professionale.

  1. AA.VV. (2010). Benessere organizzativo complessità ed emergenza. Ricerca-intervento sui climi organizzativi negli istituti penitenziari italiani. Volume 7. Roma: Istituto Superiore di Studi penitenziari.
  2. Ashforth, B. E., & Kreiner, G. E. (1999). How can you do it? Dirty work and the challenge of constructing a positive identity. Academy of Management Review, 24(3), 413-434., 10.5465/AMR.1999.220212DOI: 10.5465/AMR.1999.220212
  3. Bauman, Z. (2003). Intervista sull'identità (A cura di B. Vecchi). Bari: Laterza.
  4. Borgogni, L., & Consiglio, C. (2005). Job burnout: Evoluzione di un costrutto. Giornale Italiano di Psicologia, 32(1), 23-58., 10.1421/1969DOI: 10.1421/1969
  5. Confalonieri, E., Gozzoli, C., & Baccarini, E. (2006). Cos’è per me la comunità? La comunità per minori rappresentata e raccontata dagli adolescenti. Maltrattamento e Abuso dell’infanzia, 2, 63-82.
  6. Cummings, L. L., & Bromiley, P. (1996). The Organizational Trust Inventory (OTI). Development and validation. In R. Kramer & T. Tyler (Eds.), Trust in organizations (pp. 302-330). Thousand Oaks, CA: Sage.
  7. Favretto, G., Albertini, C., Sartori, R., Bortolani, E., & Biazzi, D. (2009). Work harassment – Benessere e malessere al lavoro. Tra stress, mobbing e pratiche organizzative. Milano: Franco Angeli.
  8. Gorli, M., Gozzoli, C., & Scaratti, G. (2007). Gli spazi di vita consortili tra azione e riflessione. In G. Scaratti & F. Zandonai (Eds.), I territori dell’invisibile. Culture e pratiche di impresa sociale (pp. 129-163). Bari: Laterza.
  9. Gozzoli, C., Frascaroli, D., & D’Angelo, C. (2011). Exploring the professional identity: The contribution of the Professional Life-Space Drawing. Paper presented at the VII International Congress of Qualitative Inquire, Urbana-Champaign, Illinois, USA.
  10. Gozzoli, C., & Tamanza, G. (1998). Family Life Space. L’analisi metrica del disegno. Milano: Franco Angeli.
  11. Gozzoli, C., & Tamanza, G. (2008). Il Family Life Space: L’applicazione individuale. In D. Margola (Ed.), Tecniche psicologiche d’indagine clinica (pp. 113-148). Milano: FrancoAngeli.
  12. Hogg, M. A., & White, D. J. (1995). A tale of two theories: A critical comparison of identity theory with social identity theory. Social Psychology Quarterly, 58(4), 255-269.
  13. Kaneklin, C., &. Gozzoli, C., (2011). Identità adulta al lavoro e cultura della flessibilità. In Regalia, C. & Marta, E. (Eds.), Identità in relazione: Le sfide odierne dell’essere adulto (pp. 53-71). Milano: McGraw-Hill.
  14. Lodhal, T., & Kreiner, M. (1965). The definition and measurement of job involvement. Journal of Applied Psychology, 49(1), 24-33., 10.1037/H0021692DOI: 10.1037/H0021692
  15. Marini, F., & Nonnis, M. (2006). Il mobbing. Dal disagio al benessere lavorativo. Roma: Carocci.
  16. Maslach, C., & Leiter, M. P. (1999). Burnout and engagement in the workplace: A contextual analysis. In T. C. Urdan (Ed.), Advances in Motivation and Achievement, 11, 275-302.
  17. Maslach, C., & Leiter, M. P. (2000). Burnout e organizzazione. Trento: Erickson. (Original work published 1997).
  18. Meyer, J. P., Allen, N., & Smith, A. (1993). Commitment to organizations and occupations: Extension and test of a three-component conceptualization. Journal of Applied Psychology, 78(4), 538-551., 10.1037/0021-9010.78.4.538.DOI: 10.1037/0021-9010.78.4.538.
  19. Pepe, F., & Avallone, F. (2003). La solidarietà organizzativa. In Avallone F. (Ed.), La convivenza nelle organizzazioni. Delega, benessere, valutazione (pp. 123-136). Milano: Guerini.
  20. Pierro, A., Tanucci, G., Cavalieri, A., & Ricca, P. (1993). Caratteristiche personali e fattori organizzativi associati al job involvement. Rassegna di psicologia, 10(1), 109-118.
  21. Pierro, A., Tanucci, G., Ricca, P., & Cavalieri, A. (1992). Componenti e antecedenti dell’organizational commitment: Recenti sviluppi e validazione empirica della scala. Bollettino di Psicologia Applicata, 201, 27-37.
  22. Pratt, M. G., & Foreman, P. O. (2000). Classifying managerial responses to multiple organizational identities. Academy of Management Review, 25(1), 18-42., 10.5465/AMR.2000.279160DOI: 10.5465/AMR.2000.279160
  23. Sennett, R. (2007). L'uomo flessibile. Le conseguenze del nuovo capitalismo sulla vita personale (7th ed.). Milano: Feltrinelli.
  24. Sveningsson, S., & Alvesson, M. (2003). Managing managerial identities: Organizational fragmentation, discourse and identity struggle. Human Relations, 56(10), 1163-1193., 10.1177/0018726703561000DOI: 10.1177/0018726703561000
  25. Vidotto, G., Argentero, P., Dal Corso, F., & Vicentini, M. (2006). La misura della fiducia nelle organizzazioni. Adattamento italiano dell’Organizational Trust Inventory (OTI). TPM Testing Psicometria Metodologia, 13(2), 161-178.
  26. Walsh, K., & Gordon, J. (2008). Creating an individual work identity. Human Resource Management Review, 18(1), 46-61., 10.1016/j.hrmr.2007.09.00DOI: 10.1016/j.hrmr.2007.09.00

Caterina Gozzoli, Chiara D'Angelo, Giancarlo Tamanza, in "RISORSA UOMO " 1/2012, pp. 59-76, DOI:10.3280/RU2012-001007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche