Clicca qui per scaricare

Non sappiamo mai da dove il corpo ci sorprenderà
Titolo Rivista: RICERCA PSICOANALITICA 
Autori/Curatori: Giulia Cavalli, Ottavia Zerbi 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 29-46 Dimensione file:  658 KB
DOI:  10.3280/RPR2014-002003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


A partire dal lavoro con i bambini, che porta inevitabilmente a stare con la presenza concreta del corpo, sia del paziente, sia dell’analista., le AA. si chiedono in quale prospettiva teorico-clinica inserire questa dimensione, passando attraverso la critica a un’idea di corpo oggetto o soggetto e di terapia intesa come "mentalizzazione" del corpo, e ipotizzando la necessità di considerare il processo del "corpo-mente-contesto". Tutto ciò ha implicazioni concrete non solo nel modo di lavorare nella stanza di analisi, ma anche e soprattutto nella formazione di professionisti profondamente "presenti a se stessi".


Keywords: Corpo, infant research, auto-eco-organizzazione, corpo-mente-contesto, presenza a se stessi

  1. Beebe B., Jaffe J., Markese S. et al. (2010). The origins of 12-month attachment: A microanalysis of 4-month mother-infant interaction. Attachment & Human Development, 43: 3-141. doi.org/10.1080/14616730903338985.
  2. Beebe B., Lachmann F. M. (2002). Infant research e trattamento degli adulti. Milano: Raffaello Cortina.
  3. Bromberg P. M. (1998). Standing in the spaces: essay on clinical process trauma & dissociation. Hillsdale (NJ): Analytic Press.
  4. Bucci W. (1997). Symptoms and Symbols: A Multiple Code Theory of Somatization. Psychoanalityc Inquiry. doi.org/10.1080/07351699709534117.
  5. Damasio A. R. (1994). L’errore di Cartesio. Milano: Adelphi, 1995.
  6. Damasio A. R. (1999). Emozione e coscienza. Milano: Adelphi, 2000.
  7. Fenichel O. (1945). Trattato di psicoanalisi. Roma: Astrolabio, 1951.
  8. Ferenczi S. (1930). Principi di rilassamento e neocatarsi. In: Opere, Vol. 4. Milano: Raffaello Cortina.
  9. Freud S. (1915). Pulsioni e loro destini. In: Opere, vol. 8. Torino: Bollati Boringhieri, 2003.
  10. Gamelli I. (2005). Sensibili al corpo. Milano: Libreria Cortina.
  11. Groddeck W. G. (1923). Il linguaggio dell’Es. Milano: Adelphi, 1969.
  12. Heller M. C. (2012). Body Psychotherapy: History, Concepts, and Methods. New York: Norton & Company.
  13. Jaffe J., Beebe B., Feldstein S. et al. (2002). Rhytms of dialogue in infancy. Boston: Blackwell.
  14. Johnson D. H., a cura di (1997). Groundworks: Narratives of embodiment. Berkeley: North Atlantic Books.
  15. Lowen A. (2005). La voce del corpo. Roma: Astrolabio-Ubaldini, 2009.
  16. Lyons-Ruth K. (1998). Implicit relational knowing: Its role in development and psychoanalytic treatment. Infant Mental Health Journal, 19: 282-289. doi.org/10.1002/(SICI)1097-0355(199823)19:3%3C282::AID-IMHJ3%3E3.0.CO;2-O.
  17. Minolli M. (2007). La presenza a se stessi come ricerca della realtà e cardine della cura. Ricerca Psicoanalitica, 2: 187-202.
  18. Morin E. (1985). Le vie della complessità. In: Bocchi G., Ceruti M. (a cura di). La sfida della complessità. Milano: Feltrinelli.
  19. Panizza S. (2008). La prospettiva relazionale in psicoanalisi. Milano: FrancoAngeli.
  20. Pennac D. (2012). Storia di un corpo. Milano: Feltrinelli.
  21. Person E. S., Cooper A. M., Gabbard O. G. (a cura di) (2005). Psicoanalisi. Teoria, clinica e ricerca. Milano: Raffaello Cortina, 2006.
  22. Rizzolatti G., Sinigaglia C. (2006). So quel che fai. Il cervello che agisce e i neuroni specchio. Milano: Raffaello Cortina.
  23. Sander L. (2002). Pensare in modo diverso. Trad. it. In: Sander L. (2007), pp. 235-255.
  24. Sander L. (2007). Sistemi viventi. Milano: Raffaello Cortina.
  25. Siegel D. J. (1999). La mente relazionale. Milano: Raffaello Cortina, 2001.
  26. Siegel D. J. (2010). Mindsight. Milano: Raffaello Cortina, 2011.
  27. Stern D. N (1985). Il mondo interpersonale del bambino. Torino: Bollati Boringhieri, 1987.
  28. Trevarthen C. (1997). Empatia e biologia. Milano: Raffaello Cortina, 1998.
  29. Tronick E. Z. (1998). Diadically expanded states of consciousness and the process of therapeutic change. Infant Mental Health Journal, 19: 290-299. doi.org/10.1002/(SICI)1097-0355(199823)19:3%3C290::AID-IMHJ4%3E3.0.CO;2-Q
  30. Tronick E. Z. (2008). Regolazione emotiva. Milano: Raffaello Cortina.

Giulia Cavalli, Ottavia Zerbi, in "RICERCA PSICOANALITICA" 2/2014, pp. 29-46, DOI:10.3280/RPR2014-002003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche