Clicca qui per scaricare

Ripensare Chernobyl
Titolo Rivista: SOCIETÀ E STORIA  
Autori/Curatori: Matteo Gerlini 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: 143 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 P. 145-153 Dimensione file:  509 KB
DOI:  10.3280/SS2014-143006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


I contributi in lingua italiana a quella che la storiografia anglosassone chiama "Nuclear-History" hanno acquisito negli ultimi anni consistenza e valore. In Italia il dibattito-attorno allo sfruttamento dell’energia nucleare è stato segnato da due consultazioni-popolari referendarie; combinazione storica ha voluto che in entrambe le occasioni si-sia verificato un incidente nucleare di portata internazionale, che ha fatalmente influenzato-le campagne dei referendum. In concomitanza con l’anniversario del disastro di-Chernobyl, la pubblicazione di nuovi studi riguardanti la storia del disastro o dello-sfruttamento dell’energia nucleare a fini civili ha arricchito tale panorama bibliografico.-Questo saggio si propone di confrontare le nuove interpretazioni con i principali riferimenti-internazionali di "Nuclear History".


Keywords: Chernobyl, incidenti nucleari, programmi nucleari italiani, Unione sovietica,-Comunità europea, Agenzia internazionale per l’energia atomica.-

  1. AIEA (2006), Chernobyl’s Legacy: Health, Environmental and Socio-Economic Impacts and Recommendations to the Governments of Belarus, the Russian Federation and Ukraine. The Chernobyl Forum: 2003–2005. Second revised version, WEB: http://www.iaea.org/Publications/Booklets/Chernobyl/chernobyl.pdf
  2. Aleksievic S. (1997), Cernobyl’skaja molitva, Mosca, Osto_’e (trad. it Preghiera per Chernobyl, Roma, Edizioni e/o, 2004).
  3. Battimelli G. (a cura di) (2001), L’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Storia di una comunità di ricerca, Roma-Bari, Laterza.
  4. Cataluccio F.M. (2011), Chernobyl, Palermo, Sellerio.
  5. Dundovich E. (2013), Chernobyl. L’assenza, Firenze, Passigli.
  6. Elli M. (2011), Atomi per l’Italia. La vicenda politica, industriale e tecnologica della centrale nucleare ENI di Latina (1956-1972), Milano, Unicopli.
  7. Idem (2007), Politica estera ed ingegneria nucleare: i rapporti del Regno Unito con l’Euratom (1957-1963), Milano, Unicopli.
  8. Goldschmidt B. (1980), Le complexe atomique. Histoire politique de l’energie nucleaire, Parigi, Fayard (trad. it. Il nucleare. Storia politica dell’energia nucleare, Napoli, Liguori, 1986).
  9. Hecht G. (2009), The Radiance of France: Nuclear Power and National Identity after World War II, Cambridge MA, MIT Press, 1998.
  10. Hewlett R.G. e Holl J.M. (1989), Atoms for peace and war (1953-1961): Eisenhower and the Atomic Energy Commission, Berkeley, University of California Press.
  11. Holloway D. (1994), Stalin and the Bomb. The Soviet Union and Atomic Energy 1939-1956, New Haven-Londra: Yale University Press.
  12. Krige J. (2008), The Peaceful Atom as Political Weapon: Euratom and American Foreign Policy in the Late 1950s, in «Historical Studies of Natural Sciences», 38, 1, p. 5-44.
  13. Idem (2011), Maintaining America’s Competitive Technological Advantage: Cold War Leadership and the Transnational Co-production of Knowledge, in Gerlini M. (a cura di), History
  14. Science and Technology, numero speciale di «Humana.mente», 16, p. 33-51.
  15. Lapierre D. e Moro J. (2001), Five Past Midnight in Bhopal. The Epic Story of the World’s Deadliest Industrial Disaster, Grand Central Pub Mass Market (trad. it. Mezzanotte e cinque a Bhopal, Mondadori, Milano, 2003). Lomastro F., Omelianiuk A. e Pachlovska O. (a cura di) (2011), “Il nome della stella è Assenzio”.
  16. Ricordando Chernobyl, Roma, Viella.
  17. Masco J. (2006), The Nuclear Borderlands. The Manhattan Project in Post Cold War New Mexico, Princeton NJ, Princeton University Press.
  18. Nuti L. (2007), La sfida nucleare. La politica estera italiana e le armi atomiche (1945-1991), Bologna, il Mulino.

Matteo Gerlini, in "SOCIETÀ E STORIA " 143/2014, pp. 145-153, DOI:10.3280/SS2014-143006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche