Clicca qui per scaricare

Cittadinanza, residenza ed elezioni del Parlamento europeo: la partecipazione elettorale transnazionale
Titolo Rivista: CITTADINANZA EUROPEA (LA) 
Autori/Curatori: Maria Romana Allegri 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  32 P. 61-92 Dimensione file:  119 KB
DOI:  10.3280/CEU2014-001003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La direttiva 93/109/CE ha consentito a quanti risiedono in uno Stato membro dell’Unione diverso da quello di cui sono cittadini di esercitare il proprio diritto di votare e candidarsi nelle elezioni per il Parlamento europeo nel luogo di residenza. In vista delle elezioni europee del 2014, sono state semplificate le procedure amministrative da seguire e si è cercato di migliorare gli accorgimenti atti ad evitare il doppio voto e la doppia candidatura (direttiva 2013/1/UE). Dal 1994 in poi la partecipazione elettorale transnazionale è progressivamente cresciuta per quanto riguarda l’elettorato attivo, anche se troppo debolmente e non uniformemente nei diversi Stati membri, mentre è sempre rimasta molto esigua con riferimento all’elettorato passivo. Anche questo è un segno della troppo debole percezione, da parte dei cittadini europei, dell’appartenenza a una comunità sovranazionale.




  1. Salvatore Bonfiglio, Gabriele Maestri, European Democratic Institutions and Administrations pp. 169 (ISBN:978-3-319-72492-8)

Maria Romana Allegri, in "CITTADINANZA EUROPEA (LA)" 1/2014, pp. 61-92, DOI:10.3280/CEU2014-001003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche