Clicca qui per scaricare

Brevi considerazioni sulla quantificazione della pena e il processo simpatetico
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL DIRITTO  
Autori/Curatori: Luca Buonvino 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  8 P. 181-188 Dimensione file:  125 KB
DOI:  10.3280/SD2014-001008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’articolo parte dalla considerazione secondo cui la quantificazione della pena, a cui è chiamato il giudice in caso di accertamento della responsabilità dell’imputato, è solo in apparenza semplice e di pronta soluzione. Realizzata correttamente, essa è in realtà complessa perché presuppone un momento di conoscenza e comprensione del fatto illecito e della personalità dell’autore. Il metodo idoneo a governare tale fase ricostruttiva è individuato nel cd. processo simpatetico. Richiamate le teorie filosofiche sulla simpatia di Adam Smith e di Max Scheler, si evidenzia come il percorso simpatetico consenta di conoscere nella misura in cui rende capaci di aprirsi all’altro e di partecipare idealmente alle situazioni altrui. Da tale approccio non può prescindere il giudice nello sforzo di calibrare la risposta sanzionatoria alla reale antidoverosità della condotta del reo.


Keywords: Reo - Giudice - Processo - Pena - Processo simpatetico

  1. Bagolini, Luigi, [1958] 1966. La simpatia nella morale e nel diritto. Aspetti del pensiero di Adam Smith e orientamenti attuali. Torino, Giappichelli.
  2. Beccaria, Cesare, [1764] 1987. Dei delitti e delle pene. Milano, Garzanti.
  3. Bovio, Giovanni, [1872] 1902. Saggio critico di diritto penale. Milano, Sonzogno.
  4. Caterini, Mario, 2011. La proporzione nella dosimetria della pena da criterio di legiferazione a canone ermeneutico. In Gallo M., Amisano M., Caterini M. (a cura di), Persona, pena e processo. Napoli, Edizioni scientifiche italiane.
  5. Dolcini, Emilio, 1979. La commisurazione della pena. La pena detentiva. Padova, Cedam.
  6. Ferrajoli, Luigi, [1989]. 2011, Diritto e ragione. Teoria del garantismo penale.
  7. Roma-Bari, Laterza Frege, Gottlob, [1892] 1973. Senso e denotazione. In Andrea Bonomi (a cura di), La struttura logica del linguaggio. Milano, Bompiani.
  8. Hart, Herbert Lionel Adolphus, [1968] 1981. Responsabilità e pena. Saggi di filosofia del diritto. Milano, Edizioni di Comunità.
  9. Hume, David, [1739] 2001. Trattato sulla natura umana. Tr. it. Milano, Bompiani.
  10. Limentani, Ludovico, 1914. La morale della simpatia. Genova, Formiggini.
  11. Polanyi, Michael, [1958] 1990. La conoscenza personale. Tr. it. Milano, Rusconi.
  12. —, [1966] 1979. La conoscenza inespressa. Tr. it. Roma, Armando.
  13. Pufendorf, Samuel, [1672] 1759. De jure naturae et gentium libri octo. Frankfurt-Leipzig, Officina knochiana.
  14. Scheler, Max, [1912] 2010. Essenza e forme della simpatia. Tr. it. Milano, FrancoAngeli.
  15. Smith, Adam, [1790] 1995. Teoria dei sentimenti morali. Tr. it. Milano, Rizzoli.
  16. Tumminello, Luca, 2010. Il volto del reo. L’individualizzazione della pena tra legalità e equità. Milano, Giuffré.
  17. Vinti, Carlo, 2008. Epistemologia e persona. Dittico su Polanyi e Bachelard. Roma, Armando.

Luca Buonvino, in "SOCIOLOGIA DEL DIRITTO " 1/2014, pp. 181-188, DOI:10.3280/SD2014-001008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche