Clicca qui per scaricare

Diventare madre nella migrazione: una ricerca qualitativa sulla maternità nel contesto migratorio
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori: Vanna Berlincioni, Davide Broglia, Davide Bruno, Francesca Gambini, Greta Lalli, Claudia Marelli, Marianna Pinto, Francesca Podavini, Mara Rosani 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 P. 76-89 Dimensione file:  102 KB
DOI:  10.3280/INT2014-001007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L'obiettivo generale della ricerca è quello di studiare gli aspetti psicologici, sociali e di rischio psicopatologico associati al progetto di procreazione, alla maternità e alla cura dei bambini in donne immigrate che vivono in provincia di Pavia. Abbiamo presentato a 55 donne immigrate, tra la 28a e la 32a settimana di gravidanza, un'intervista semi-strutturata che si ispira all’IRMAG e che è stata adattata ai migranti per studiare le differenti rappresentazioni della donna in relazione alla sua identità femminile e materna e per esaminare gli aspetti emotivi e i vissuti che riguardano la gravidanza in un altro paese. Fermo restando che la storia di ogni donna migrante sfugge a qualsiasi generalizzazione, possiamo invece affermare di aver ritrovato vissuti di solitudine, disagio e vulnerabilità amplificati dalla esperienza migratoria. Questa condizione favorisce la comparsa di vissuti depressivi che hanno un’incidenza negativa sulla qualità della relazione con il bambino.


Keywords: Maternità, migrazione, vulnerabilità, soglia.

  1. Abdallah A.A., Crisma A. (2006). Intervista sul concetto della soglia, Trickster, anno 1, vol. 1.
  2. Altobrando A. (2006). Definire la soglia, Trickster, anno 1, vol. 1.
  3. Ammaniti M., Candelori C., Pola M., Tambelli R. (1995). Maternità e gravidanza. Studio delle rappresentazioni materne. Milano: Cortina.
  4. Beneduce R. (1998). Frontiere dell'identità e della memoria. Entopsichiatria e migrazioni in un mondo creolo. Milano: FrancoAngeli, 2004.
  5. Benjamin W. (1991). Opere V, 617; ed. it.: 555.
  6. Bourdieu P. (2006). Prefazione a A. Sayad L’immigrazione o i paradossi dell’alterità. Verona: Ombre corte, 2008.
  7. Caritas e Migrantes (2013). XXIII rapporto immigrazione 2013. Tra crisi e diritti umani. Roma.
  8. Cocco N. (2010). La condizione socio-sanitaria del migrante, Tesi di laurea, a.a. 2009-2010, Università degli Studi di Pavia.
  9. Coppo P. (2013). Le ragioni degli altri. Etnopsichiatria, etnopsicoterapie. Milano: Cortina.
  10. Devereux (1970). Essais d’ethnopsychiatrie générale. Paris: Gallimard.
  11. Diasio N., Geraci S. (1997). L’angelo triste: operatori socio-sanitari e percezione dello straniero.
  12. In Delle Donne M. (a cura di), Relazioni etniche, stereotipi e pregiudizi. Fenomeno immigratorio ed esclusione sociale. Roma: EDUP, 1998.
  13. Eco U. (2002). Il problema della Soglia. Saggio di para-antropologia, Archivio Antropologico Mediterraneo – Anno V/VII (2002-2004), 5/7: 2-24.
  14. Edelstein C. (2002). Aspetti psicologici dei processi migratori al femminile, Psicologia e Psicologi, 2, 2: 227-243.
  15. Golse B. (2012). La double étrangeté de l’enfant venu d’ailleurs, accueilli en adoption internationale, L’Autre, 13: 144-150., 10.3917/lautr.038.014DOI: 10.3917/lautr.038.014
  16. Héritier F. (1996). Maschile e femminile. Il pensiero della differenza. Bari: Laterza, 1997.
  17. Kouassi K. (2009). Dall’alleanza alla nascita e dalla classe d’età all’iniziazione. Dall’Africa dell’ovest all’Europa. In: Moro M.R. et al., Manuale di psichiatria transculturale. Dalla clinica alla società. Milano: Franco Angeli.
  18. Mariotti G. (2011). I fantasmi della notte. Riflessioni psicoanalitiche sulle paure postmoderne. Milano: Antigone Ed.
  19. Moro M.R. (1999). Vers une psychiatrie transculturelle de l’enfant, Le Journal des Psychologues, 172: 23-24.
  20. Moro M.R., Neuman D., Réal I. (2008). Maternità in esilio. Bambini e migrazioni. Milano: Cortina, 2010.
  21. Rosani M. (2006). Verso una società multiculturale: uno sguardo etnopsichiatrico sulla gravidanza nel contesto migratorio. Tesi di specializzazione in Psichiatria a.a. 2005-2006, Università degli Studi di Pavia.
  22. Sayad A. (2002). La doppia assenza. Dalle illusioni dell’emigrato alle sofferenze dell’immigrato. Milano: Cortina.
  23. Van Gennep A. (1909). I riti di passaggi. Torino: Bollati Boringhieri, 2006.
  24. Vegetti Finzi S. (1990). Il bambino della notte. Milano: Mondadori.
  25. Yahyaoui A. (1997). Modi del ragionare e antropologia della medicina, Rivista Italiana di Antropologia Medica, 3/4: 29-40.
  26. Zempléni e Rabain (1966). Cit. da Ecoué L. (2009). Il latte e il legame, p. 169. In: Moro M.R. et al., Manuale di psichiatria transculturale. Dalla clinica alla società. Milano: Franco Angeli.

Vanna Berlincioni, Davide Broglia, Davide Bruno, Francesca Gambini, Greta Lalli, Claudia Marelli, Marianna Pinto, Francesca Podavini, Mara Rosani, in "INTERAZIONI" 1/2014, pp. 76-89, DOI:10.3280/INT2014-001007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche