Clicca qui per scaricare

La musica delle origini
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori: Mario Priori 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 P. 103-111 Dimensione file:  49 KB
DOI:  10.3280/INT2014-001009
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Partendo da esperienze cliniche con bambini stranieri adottati nel nostro paese, vengono prese in considerazione le implicazioni psichiche legate alla rinuncia alla lingua delle origini. Una rinuncia che, in molti casi, avviene con sorprendente immediatezza e che sembra fornire un elemento di rassicurazione ai genitori adottivi, alle prese col fantasma dell’estraneità. Se da un lato questa rinuncia immediata alla lingua delle origini contiene un elemento difensivo legato al distanziamento da esperienze dolorose del passato, per altri versi questa rinuncia costituisce anche una lacerazione delle prime trame relazionali sottostanti alla tessitura del linguaggio verbale. Una trama sonora che sorge fin dalla vita prenatale attraverso gli elementi relazionali con una presenza materna che si costituisce come un orizzonte sonoro. La musicalità materna che è alla base del futuro linguaggio può essere considerata come l’attivatore di un impulso ritmico a vivere, a muoversi ed a comunicare con un altro da sé.


Keywords: Adozioni internazionali, lingua-madre, estraneità, nostalgia.

  1. Bateson M.C. (1979). The epigenesis of conversational interaction: a personal account of research development. In: Bullowa M. (ed.), Before speech-the beginning of interpersonal communication. Cambridge: Cambridge University Press, pp. 63-77.
  2. Lévi-Strauss C. (1958). Antropologia strutturale. Milano: Il Saggiatore.
  3. Maiello S. (1993). L’oggetto sonoro. Un’ipotesi sulle radici prenatali della memoria uditiva, Richard e Piggle, 1: 31-47.
  4. de Martino E. (1977). La fine del mondo. Torino: Einaudi.
  5. Mancia M. (2007). Sentire le parole. Archivi sonori della memoria implicita e musicalità del transfert. Torino: Bollati Boringhieri.
  6. Trevarthen C. (1998). Empatia e biologia. Milano: Cortina.

Mario Priori, in "INTERAZIONI" 1/2014, pp. 103-111, DOI:10.3280/INT2014-001009

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche