Clicca qui per scaricare

Spot, trailer e videoclip: la creatività politica nell’era di internet
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE  
Autori/Curatori: Edoardo Novelli 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: 47 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 129-140 Dimensione file:  153 KB
DOI:  10.3280/SC2014-047011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Gli spot politici televisivi, nati in Italia negli anni Ottanta, hanno rappresentato un testo ibrido, sospeso fra cinema, pubblicità, televisione, offrendo alla politica uno spazio d’innovazione nel quale appropriarsi di registri appartenenti ad altri universi comunicativi. Gli spot della campagna elettorale del 2013 dimostrano come Internet ed in particolare i social network, hanno accelerato il collasso delle precedenti distinzioni fra generi, pratiche sociali e campi discorsivi. L’autore sostiene che il risultato è un nuovo ambiente mediale nel quale la politica e la cultura popolare, l’informazione e l’intrattenimento, il comico e il serio, il reale e il surreale si sono fusi, dando vita una nuova miscela espressiva e modificando, anche nel campo della comunicazione politica, i confini della creatività e la figura e il ruolo dell’autore.


Keywords: Comunicazione politica, spot, pubblicità, campagna elettorale, popolarizzazione politica, video internet.

  1. AA. VV. (2012), Anni Ottanta: Quando tutto cominciò. Realtà, immagini e immaginario di un decennio da ri-vedere, numero monografico «Cinema e storia» anno 1, n. 1.
  2. Ansolabehere S., Iyengar S. (1995), Going negative, Free Press, New York.
  3. Aristotele, La retorica; trad it. Zanatta M. (a cura di) (2006), Retorica e poetica, Utet, Torino.
  4. Bayam G. (2007), Representation and the politics of play: Stephen Colbert’s better know a district, «Political Communication», n. 24, pp. 359-376.
  5. Beck U. (2008), La società del rischio. Verso una seconda modernità, Carocci, Roma.
  6. Bentivegna S. (1999), La politica in rete, Meltemi, Roma
  7. Bentivegna S. (2006), Campagne elettorali in rete, Laterza, Roma-Bari.
  8. Blumler J.G., Kavanagh D. (1999), The third age of political communication: influences and features, «Political Communication», n. 16, pp. 209-230. Brader T. (2006), Campaigning for hearts and mind. How emotional appeals in political ads work, University of Chicago Press, Chicago (IL).
  9. Casella M. (1992), Il 18 aprile 1948. La mobilitazione delle organizzazioni cattoliche, Congedo Editore, Lecce.
  10. Cavalli L. (1992), Governo dei leader e regime dei partiti, il Mulino, Bologna.
  11. Crainz G. (2009), Autobiografia di una repubblica, Donzelli, Roma.
  12. Delvin P.L. (1986), An analysis of presidential television commercials 1952-1984,
  13. in L.L. Kaid, D.D. Nimmo, K.R. Sanders (eds), New perspective on political advertising, Southern Illinois University Press, Crbondale-Edwardsville.
  14. Eco U. (1983), Sette anni di desiderio, Bompiani, Milano.
  15. Gozzini G. (2011), La mutazione individualista. Gli italiani e la televisione 1954-2011, Laterza, Roma-Bari.
  16. Hart R. (1999), Seducing America. How television charms the modern voters, Oxford University Press, New York.
  17. Jones J.P. (2005), Entertaining politics. New political television and civic culture, Rowman & Littlefield, Lenham.
  18. Mascheroni G., Murru M.F. (2011), La campagna “partecipata”: le amministrative a Milano viste dal basso, Relazione al convegno «Nuove forme della Comunicazione Politica: tra popolarizzazione e nuove tecnologie», Associazione Italiana di Comunicazione Politica, Perugia 28-29 ottobre 2011.
  19. Mazzoleni G., Boneschi M. (1980), Televisioni private ed elezioni, «Problemi dell’Informazione», vol. 3, pp. 397-431.
  20. Mazzoleni G., Sfardini A. (2010), Politica Pop, il Mulino, Bologna.
  21. Menduni E. (2002), Televisione e società italiana 1975-2000, Bompiani. Milano.
  22. Morcellini M. (1986), Lo spettacolo del consumo. Televisione e cultura di massa nella legittimazione sociale, FrancoAngeli, Milano.
  23. Novelli E. (2000), C’era una volta il Pci. Autobiografia di un partito attraverso le immagini della sua propaganda, Editori Riuniti, Roma.
  24. Novelli E. (2006), La turbopolitica. Sessant’anni di comunicazione politica e di scena pubblica in Italia 1945-2005, Rizzoli, Milano.
  25. Novelli E. (2012a), Politica, spettacolo e televisione negli anni Ottanta, «Cinema e Storia», anno I, n. 1, pp. 157-173.
  26. Novelli E. (2012b), Lo spot politico e i generi della popolarizzazione, «Comunicazione Politica», anno XIII, n. 3, pp. 481-507.
  27. Ortoleva P. (1995), Un Ventenniao a Colori, Giunti, Firenze.
  28. Pezzini I. (2001), Lo spot elettorale, Meltemi, Roma.
  29. Richardson G.V. (2008), Pulp politics. How political advertising tells the stories of American politics, Rowman & Littlefield, Lanham.
  30. Riegert K. (a cura di) (2007), Policotainment. Television’s take on the real, Peter Lang, New York.
  31. Schwartzemberg R.G. (1977), L’état spectacle, Flammarion, Paris.
  32. Steiner A. (1978), Il manifesto politico, Editori Riuniti, Roma.
  33. Sunstein C. (2011), Republic.com, Princeton University Press, Princeton.
  34. Sylos Labini P. (1986), Le classi sociali negli anni ’80, Laterza, Bari.
  35. Van Zoonen L. (2005), Entertaining the citizen. When politics and popular culture converge, Rowman & Littlefield, Lanham.

Edoardo Novelli, in "SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE " 47/2014, pp. 129-140, DOI:10.3280/SC2014-047011

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche