Clicca qui per scaricare

L’holding, terreno di coltura del Sé
Titolo Rivista: RICERCA PSICOANALITICA 
Autori/Curatori: Alberto Lorenzini 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  10 P. 55-64 Dimensione file:  60 KB
DOI:  10.3280/RPR2015-001005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Riflettendo sulle pagine di Joyce Slochower, Lorenzini s’interroga sulle interminabili polemiche che, in ambito relazionale, hanno caratterizzato la discussione sui temi dell’empatia, del riferimento al Sé e del deficit evolutivo. Si dichiara convinto che alla base di tale Babele esista un pericoloso vuoto concettuale, che riguarda molto direttamente la rivoluzione che le psicologie del Sé e il movimento relazionale stesso hanno cercato di attuare: porre la soggettività al centro della vita psicologica dell’essere umano. Per questo motivo egli comincia la sua discussione con il tentativo di mettere in chiaro alcuni punti di partenza sulla soggettività e la coscienza. Procede poi con la tesi che la falsa dicotomia che contrappone holding e mutualità dipenda dal solito errore di attribuire la soggettività al livello narrativo della coscienza. A livello procedurale, holding e mutualità si conciliano e contribuiscono entrambi a creare il terreno di coltura indispensabile per lo sviluppo della soggettività del paziente.


Keywords: Holding, coscienza, soggettività, Sé, mutualità, orientamento relazionale

  1. Altman N. (2004). Il modello relazionale in psicoanalisi. Seminario tenuto a Roma il 5 giugno 2004, all’interno dell’Incontro-Confronto organizzato dalla SIPRe.
  2. Atwood G. E. and Stolorow R. D. (1979). Faces in a cloud. Intersubjectivity in personality theory. Northvale, N. J.: Jason Aronson inc.
  3. Atwood G., Stolorow R. D. (1984). Structures of subjectivity: explorations in psychoanalytic phenomenology. Hillsdale, NJ: The Analytic Press.
  4. Bacal H. A., Newman K. M. (1990). Trad. it.: Teorie delle relazioni oggettuali e psicologia del sé. Torino: Bollati Boringhieri, 1993. Harrison A. M. (2012). Il modello a sandwich dell’azione terapeutica: “musica e danza” nella terapia con il bambino traumatizzato. Ricerca Psicoanalitica, 3., 10.3280/RPR2012-003002DOI: 10.3280/RPR2012-003002
  5. Hoffman I. (1998). Trad. it.: Rituale e spontaneità in psicoanalisi. Roma: Astrolabio, 2000.
  6. Iofrida M. e Lorenzini A. (2014). Un dialogo sulla coscienza incarnata. Ricerca Psicoanalitica, 2., 10.3280/RPR2014-002002DOI: 10.3280/RPR2014-002002
  7. Kohut H. (1984). Trad. it.: La cura psicoanalitica. Torino: Bollati Boringhieri, 1986.
  8. Lorenzini A. (2012). I livelli della coscienza in forma di panino: la teoria dell’azione terapeutica di Alexandra Harrison. Ricerca Psicoanalitica, 3., 10.3280/RPR2012-003006DOI: 10.3280/RPR2012-003006
  9. Mitchell S. (1988). Gli orientamenti relazionali in psicoanalisi. Per un modello integrato. Torino: Bollati Boringhieri.
  10. Renick O. (1993). Analytic interaction: conceptualizing technique in light of the analyst’s irreducible subjectivity. Psychoanalytic Quarterly, 62: 553-571.
  11. Renick O. (2004). Desiderio e potere nell’intervento psicoanalitico. Seminario tenuto a Roma il 20 novembre 2004 all’interno dell’Incontro-Confronto organizzato dalla SIPRe.
  12. Slochower J. (2002). L’esperienza d’interiorità nel processo analitico. Ricerca Psicoanalitica, 1.
  13. Slochower J. (2012). L’idealizzazione nel rapporto con pazienti ed allievi. Ricerca Psicoanalitica, 2., 10.3280/RPR2012-002007DOI: 10.3280/RPR2012-002007
  14. Stolorow R. D., Brandchaft B., Atwood G. (1987). Psychoanalytic treatment, an intersubjective approach. Hillsdale, NJ: The Analytic Press.
  15. Stolorow R. D. e Atwood G. E. (1992). Trad. it.: I contesti dell’essere. Torino: Bollati Boringhieri, 1995.
  16. Winnicott D.W. (1947). Dalla Pediatria alla psicoanalisi. Firenze: Martinelli, 1975.
  17. Winnicott, D.W. Lettere. Milano: Cortina, 1988.
  18. Winnicott, D.W. (1970). Sviluppo affettivo e ambiente. Roma: Armando.
  19. Winnicott D.W. (1989). Esplorazioni psicoanalitiche. Milano: Raffaello Cortina.



  1. Alberto Lorenzini, Lo "psicodramma" in seduta in RICERCA PSICOANALITICA 3/2016 pp. 41, DOI: 10.3280/RPR2016-003004
  2. Alberto Lorenzini, Il processo referenziale: cognizione o coscienza incarnata? in RICERCA PSICOANALITICA 3/2015 pp. 67, DOI: 10.3280/RPR2015-003006

Alberto Lorenzini, in "RICERCA PSICOANALITICA" 1/2015, pp. 55-64, DOI:10.3280/RPR2015-001005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche