Clicca qui per scaricare

La reticolarità del potere e lo "sfarinamento da consenso" nel mondo contemporaneo
Titolo Rivista: PSICOLOGIA DI COMUNITA’ 
Autori/Curatori: Luca Mori 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  10 P. 59-68 Dimensione file:  43 KB
DOI:  10.3280/PSC2014-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’evoluzione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione ha contribuito all’emergenza di nuovi scenari per l’interazione degli esseri umani tra loro e con le tecnologie. Sono state coniate nuove parole e locuzioni come "comunità virtuali" e "folle intelligenti", per designare modelli inediti dell’azione sociale e politica. Questo articolo tratta la concomitante trasformazione delle relazioni e delle asimmetrie di potere, con particolare riferimento alle dinamiche del consenso. L’analisi conduce all’identificazione di fenomeni com- Copyright © FrancoAngeli N.B: Copia ad uso personale. È vietata la riproduzione (totale o parziale) dell’opera con qualsiasi mezzo effettuata e la sua messa a disposizione di terzi, sia in forma gratuita sia a pagamento. 125 plessi, le cui caratteristiche principali possono essere riassunte con la metafora dello "sfarinamento": quando tale metafora è appropriata, ciò accade perché esprime la fenomenologia e l’esito di pratiche di gestione del potere che sono orientate a nuovi tipi di aggregati, che perdono consistenza tanto velocemente quanto l’hanno assunta.


Keywords: Aggregati, consenso, modelli di interazione, potere, social networks, reticolarità.

  1. Arendt H. (1951; 1973). The origins of totalitarianism. San Diego-New York-London: Harcourt Brace & Company.
  2. Barabási A.-L. (2011). Bursts: The hidden patterns behind everything we do, from your email to bloody crusades. New York: Plume Books (trad. it.: Lampi. La trama nascosta che guida la nostra vita. Torino: Einaudi, 2011).
  3. Bartholet J. (2011). Giovani, arrabbiati e connessi. National Geographic, 28 (1): 88-93.
  4. Chiusi F. (2014). Critica della democrazia digitale. La politica 2.0 alla prova dei fatti. Torino: Codice Edizioni.
  5. van Dijk Jan A.G.M. (2006). The Network Society. Social Aspects of New Media. London-Thousand Oaks-New Delhi: Sage.
  6. Erisen E. and Erisen C. (2012). The Effect of Social Networks on the Quality of Political Thinking. Political Psychology, 33/6: 839-865., 10.1111/j.1467-9221.2012.00906.DOI: 10.1111/j.1467-9221.2012.00906.
  7. Floridi L. (2010). Information: A very short introduction. Oxford: Oxford University Press (trad. it.: La rivoluzione dell’informazione. Torino: Codice Edizioni, 2012).
  8. Floridi L. (2014). The Fourth Revolution. How the Infosphere is Reshaping Human Reality. Oxford: Oxford University Press.
  9. Foucault M. (1976). Histoire de la sexualité, t. 1 – La volonté de savoir. Paris: Gallimard (trad. it.: La volontà di sapere. Storia della sessualità 1. Milano: Feltrinelli, 1978).
  10. Foucault M. (1977). Microfisica del potere. Interventi politici. Torino: Einaudi.
  11. Kelly K. (2010). What technology wants. New York: Penguin (trad. it.: Quello che vuole la tecnologia. Torino: Codice Edizioni, 2011).
  12. Khanna A. and Khanna P. (2012). Hybrid Reality: Thriving in the Emerging Human-Technology Civilization. TED Books (trad. it.: L’età ibrida. Il potere della tecnologia nella competizione globale. Torino: Codice Edizioni, 2013).
  13. McChesney R.W. (2013). Digital Disconnect: How Capitalism Is Turning the Internet against Democracy. New York: New Press.
  14. Montecucco M. (2011, 11 agosto). Scandagliare i social network? La polizia di New York ci ha già pensato. Corriere della sera.
  15. Morelli U. (2013). Contro l’indifferenza. Possibilità creative, conformismo, saturazione. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  16. Morelli U. e Mori L. (2013). Il codice materno del potere. Autorità, partecipazione, democrazia. Pisa: Ets.
  17. Mori L. (2013). La democrazia e le promesse del World Wide Web. Una transizione di fase. Teoria Politica, n.s. III: 87-114.
  18. Rainie L. and Wellman B. (2012). Networked. The New Social Operating System. Cambridge (Mass.): The MIT Press.
  19. Rheingold H. (1993). The Virtual Community: Homesteading on the Electronic Frontier. Reading (Mass.): Addison-Wesley.
  20. Rheingold H. (2002). Smart mobs: The next social revolution. New York: Basic Books (trad. it.: Smart mobs. Tecnologie senza fili, la rivoluzione sociale prossima ventura. Milano: Raffaello Cortina, 2003).
  21. Rodotà S. (2014). Il mondo nella rete. Quali i diritti, quali i vincoli. Roma-Bari: Laterza.
  22. Scheler M. (1913, 19232, 19263). Essenza e forme della simpatia (trad. it.: di L. Oliva e S. Soannini. Milano: Franco Angeli, 2010).
  23. Schmitt C. (1950), Il nomos della terra nel diritto internazionale dello «jus publicum Europaeum». A cura di F. Volpi (trad. it.: di E. Castrucci. Milano: Adelphi, 1991).
  24. Simmel G. (1903). Le metropoli e la vita dello spirito (trad. it.: a cura di P. Jedlowski. Roma: Armando, 2010).
  25. Streeck W. (2013). Buying time: The delayed crisis of democratic capitalism. New York: Verso (trad. it.: Tempo guadagnato. La crisi rinviata del capitalismo democratico. Milano: Feltrinelli).
  26. Toffler A. (1970). Future shock. New York: Random House (trad. it.: Lo choc del futuro. Milano: Rizzoli, 1972).
  27. Turkle S. (2011). Alone together: Why we expect more form technology and less form each other. New York: Basic Books (trad. it Insieme ma soli. Perché ci aspettiamo sempre più dalla tecnologia e sempre meno dagli altri. Torino: Codice Edizioni, 2012).
  28. Weber M. (1922). Wirtschaft und Gesellschaft. Tübingen: Mohr (trad. it.: Economia esocietà. Milano: Edizioni di Comunità, 1968).

Luca Mori, in "PSICOLOGIA DI COMUNITA’" 2/2014, pp. 59-68, DOI:10.3280/PSC2014-002005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche