Clicca qui per scaricare

La specializzazione della Polizia Penitenziaria in ambito minorile: il riconoscimento di un valore aggiunto
Titolo Rivista: PSICOLOGIA DI COMUNITA’ 
Autori/Curatori: Iolanda Tortù 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 P. 109-117 Dimensione file:  35 KB
DOI:  10.3280/PSC2014-002009
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In questo elaborato si racconta un’esperienza di formazione del personale di Polizia Penitenziaria che lavora nel settore minorile. I corsi che coinvolgono il 90% del personale hanno l’obiettivo di fornire a tutti i ruoli della Polizia Penitenziaria nuove competenze nella gestione di adolescenti e giovani adulti e di ri-attualizzare pratiche operative e norme. La metodologia dell’apprendimento per esperienza, che passa attraverso docenti che lavorano con gli adolescenti, commissari che operano negli istituti da molti anni e in vari ruoli e tutor che nella conduzione dei gruppi utilizzano l’esperienza dei partecipanti per l’apprendimento di tutti, è la vera carta vincente del corso.


Keywords: Esperienza, specializzazione, sviluppo professionale

  1. Galimberti U. (1992). Idee: il catalogo è questo. Milano: Feltrinelli.
  2. http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2014/06/27/14G00104/sg
  3. http://www.icf-giustizia.it/
  4. Moretti S. e Stefanelli C. (a cura di) (2014). Fare sicurezza e trattamento. Roma: Alpes.
  5. Ordinamento Penitenziario L. 26 luglio 1975, n. 354. GU n. 212 del 9/8/75Supplemento Ordinario
  6. Regole di Pechino, www.diritto.it/docs/30176-i-fondamenti-internazionali-dellamediazione-penale-minorile.
  7. Sentenza della Corte Costituzionale, n. 168 del 1994.
  8. Spunti (2005). Rivista a cura dello Studio APS, n. 8, Milano.

Iolanda Tortù, in "PSICOLOGIA DI COMUNITA’" 2/2014, pp. 109-117, DOI:10.3280/PSC2014-002009

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche