Clicca qui per scaricare

Internship and employability of graduates in a "glocal" context
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Davide Arcidiacono 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: 137 Lingua: Inglese 
Numero pagine:  19 P. 58-76 Dimensione file:  252 KB
DOI:  10.3280/SL2015-137004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


One of the aims of European Employment Strategy is to encourage school-towork transitions and employability of young graduates. Moreover, a stronger relationship between education and economic system is also one of the objectives of "Bologna’s Conference", in particular in the Mediterranean countries. In this scenario, internship would play a dual role: as a tool to encourage learning by doing and as an opportunity for the construction of a "professional self", especially when career paths are becoming increasingly fragmented and uncertain. European data confirm a correlation between internship and employability, but in Italy this link seems weaker. The national model of regulation and specific constraints of the local labor market play a role in making internship a less effective tool for learning and employability of graduates, particularly in South Italy. The paper aims to test this hypothesis with a survey to a sample of graduates in Catania (N = 1157). The local dimension of the investigation confirmed how processes of coercive isomorphism at European level face the attributes of the socio-institutional environment of a certain territory, affecting the learning conditions and the opportunities of employability for interns.

Uno degli obiettivi della Strategia Europea per l’Occupazione è promuovere un’efficace transizione scuola-lavoro e l’occupabilità dei giovani laureati. Il tirocinio giocherebbe in questo scenario un duplice ruolo: come strumento per incoraggiare l’apprendimento on the job e come opportunità per la costruzione del proprio "sé" professionali, soprattutto quando i percorsi di carriera dei giovani si fanno sempre più frammentati e incerti. I dati europei confermano una correlazione tra tirocinio e occupabilità, ma in Italia questa relazione sembra più debole. Il modello nazionale di regolamentazione e vincoli specifici del mercato locale renderebbero il tirocinio uno strumento meno efficace per l’occupabilità dei laureati, in particolare nell’Italia del Sud. Il paper ha lo scopo di verificare questa ipotesi con un sondaggio a un campione di laureati a Catania (N = 1157). Lo studio conferma come i processi di isomorfismo coercitivo a livello europeo si confrontino con gli attributi del contesto socio-istituzionale di un dato territorio definendo le reali condizioni di apprendimento e occupazione per i tirocinanti.
Keywords: Transizioni, disoccupazione giovanile, over-education, sistemi d’istruzione terziaria, servizi di placement

  1. AlmaLaurea (2012). Condizione occupazionale dei laureati. XIV Indagine 2011. Bologna.
  2. Amable B. (2003). The Diversity of Modern Capitalism. London: Oxford University Press.
  3. Arcidiacono D. (2014). Convergence and Mediterranean Capitalism: some empirical evidences on the liberalization of the Italian economic system. European Scientific Journal, 2: 224-236.
  4. Arcidiacono D., Avola M., Briulotta T., Palidda R. (2011). Servizi per l’impiego e regolazione del mercato del lavoro in Sicilia. Rome: Ediesse.
  5. Avola M., Cortese A. (2013) Istruzione e qualita dell’occupazione in Sicilia. Sprechi di capitale umano fra vincoli strutturali e irresponsabilita pubbliche. Scuola Democratica, 2: 379-400.
  6. Berton F., Richiardi M., Sacchi S. (2012) The Political Economy of Work Security and Flexibility. Bristol: The Policy Press.
  7. Blossfeld H.P., Buchholz S., Bukodi E., Kurz K. (2008). Young Workers, Globalization and the labour Market. Comparing Early Working Life in Eleven Countries. Cheltenham: Edward Elgar.
  8. Boltanski L. (2005). Cambiamenti del capitalismo e la cultura del progetto. Studi di Sociologia, 43: 369-389.
  9. Caruso B. (2007). Occupabilita, formazione e capability nei modelli giuridici di regolazione dei mercati del lavoro. Giornale di diritto del lavoro e relazioni industriali, 113: 1-134.
  10. Colasanto M., Zucchetti E., a cura di (2008), Mobilità e transizioni nei mercati del lavoro locali. Milan: FrancoAngeli.
  11. Collins R. (1972). The credential society. New York: Academic Press.
  12. Cortese A., a cura di (2012). Carriere Mobili. Percorsi lavorativi di giovani istruiti nel Mezzogiorno. Milan: FrancoAngeli.
  13. De Luigi N., Rizza R. (2011). La vulnerabilita dei giovani nel mercato del lavoro italiano: dinamiche e persistenze. Sociologia del lavoro, 124: 117-147.
  14. Eurostat (2009). School-to-work transition statistics. Bruxelles.
  15. Excelsior-Unioncamere (2012). Formazione continua e tirocini formative, Sistema informativo Excelsior, Formazione sul luogo di lavoro e attivazione di stage. Rome.
  16. Franchi M. (2005). Mobili alla meta. I giovani tra Università e lavoro. Rome: Donzelli.
  17. Franchi M., Bresciani P.G., a cura di (2006). Biografie in Transizione. I progetti lavorativi nell’epoca della flessibilità. Milan: FrancoAngeli Gautie J. (2003). Lavoro: dai mercati interni ai mercati di transizione. Implicazioni sulla solidarieta, le tutele, la formazione. Assistenza Sociale, 1: 29-74.
  18. GIDP (2010). XI Indagine G.I.D.P./H.R.D.A. Neolaureati & Stage. Milan.
  19. Granovetter M. (1973). The Strength of Weak Ties. American Journal of Sociology, 78: 1360-1380.
  20. ISFOL 2009. La Repubblica degli Stagisti. Rome.
  21. McKinsey (2013). Education to Employment: Getting Europe’s Youth into Work. Bruxelles.
  22. Moscati R., Vaira M., a cura di (2008). L’università di fronte al cambiamento. Realizzazioni, problemi, prospettive. Bologna: Il Mulino.
  23. Moscati R. (2010). Le trasformazioni dell’Universita Italiana. Scuola Democratica, 1: 80-101.
  24. Moscati R., Regini M., Rostan M. (2010). Torri d’avorio in frantumi? Dove vanno le università europee. Bologna: Il Mulino.
  25. Mouw T. (2003). Social capital and finding a job: Do contacts matter? American Sociological Review, 68: 868-898.
  26. Muller W., Gangl M. (2003). Transitions from education to work in Europe. The integration of Youth in EU Labour Markets. New York: Oxford University Press.
  27. Palidda R. (2014). La difficile regolazione del Sistema Universitario Italiano: sociologi a confronto. Sociologia del lavoro, 135: 185-199.
  28. Peschner J. (2013). Traineeships in Europe – their quality, their impact on labour market, outcomes. Bruxelles: Eurobarometer 378.
  29. Regini M. (2010). European Universities and the Challenge of the Market: A Comparative Analysis. London: Edward Elgar.
  30. Reyneri E., Pintaldi F. (2013). Dieci domande sul mercato del lavoro in crisi. Bologna: Il Mulino.
  31. Spence M. (1973). Job Market Signaling. The Quarterly Journal of Economics, 87: 355-374.
  32. Tiraboschi M. (2011). Il testo unico dell’apprendistato e le nuove regole sui tirocini. Milan: Giuffre.
  33. Trigilia C., Burroni L. (2009). Italy: rise, decline and restructuring of a regionalized
  34. capitalism. Economy and Society, 38: 630-653.
  35. Walther A. (2006). Regimes of youth transitions. Choice, flexibility and security in young people’s experience across different European countexts. Young: Nordic Journal of Youth Research, 14: 119-139.
  36. Zeitling J., Trubeck D.M. (2003). Governing Work and Welfare in a new Economy. London: Oxford University Press.



  1. Davide Arcidiacono, @@@Lavoratori Cercasi: un'analisi della domanda di lavoro on line ai tempi dell'e-recruitment in SOCIOLOGIA DEL LAVORO 149/2018 pp. 134, DOI: 10.3280/SL2018-149009

Davide Arcidiacono, Tirocini ed occupabilità dei laureati in un contesto "glocale" in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 137/2015, pp. 58-76, DOI:10.3280/SL2015-137004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche