Clicca qui per scaricare

Comfort urbano. Tre direzioni di ricerca attorno ad un nuovo progetto di prossimità
Titolo Rivista: TERRITORIO 
Autori/Curatori: Antonio Di Campli 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: 72  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  8 P. 51-58 Dimensione file:  467 KB
DOI:  10.3280/TR2015-072008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il contributo offre una riflessione sul concetto di prossimità spaziale a partire da una lettura delle pratiche dell’abitare, intese come un qualcosa che va oltre la dimensione della casa, e delle oscillazioni del rapporto tra pubblico e privato prodotto dagli usi routinari degli spazi. Si sostiene l’ipotesi che, proprio a partire da quanto emerge da tali letture, sia possibile riformulare l’idea di comfort attraverso la quale riscrivere il progetto della prossimità spaziale nella città contemporanea. Un’indagine compiuta a Ginevra, attraverso un processo di campionamento di alcuni spazi urbani (diversi quadrati di 1 km lato identificati nel tessuto urbano), ha permesso di definire questioni generali sul rapporto tra comfort degli spazi di prossimità e strategie di progetto, individuando con più precisione temi e parametri per ripensare gli spazi comuni


Keywords: Paesaggio urbano; prossimità; comfort

  1. Banham R., 1971, Los Angeles: The Architecture of Four Ecologies, Penguin, London.
  2. Böhme G., 2010, Atmosfere, estasi, messe in scena. L’estetica come teoria generale della percezione, Christian Marinotti Edizioni, Milano.
  3. Colomina B., 1996, Privacy and Publicity. Architecture as Mass Media, The Mit Press, Cambridge, MA.
  4. Corboz A., 1998, «Il territorio come palinsesto», in Viganò P. (a cura di), Ordine sparso, FrancoAngeli, Milano, pp. 177-191.
  5. Di Campli A., 2010, La ricostruzione del Crystal Palace. Per un ripensamento del progetto urbano, Quodlibet, Macerata.
  6. Antonio di Campli, 2011, «La dimensione ecologica del comfort, Ppc Piano Progetto Città», Progetto e contesto, n. 25, List, Barcelona.
  7. Girot C., Cogato Lanza E., 2014, a cura di, Experimenting Proximity. The Urban Landscape Observatory, Ppur, Lausanne.
  8. Griffero T., 2010, Atmosferologia. Estetica degli spazi emozionali, Laterza, Roma, Bari.
  9. Mouffe C., 2008, «Agonistic Public Spaces, Democratic Politics, and the Dynamic of Passions», in Backstein J., Birnbaum D., Wallenstein S.
  10. (eds.), Thinking Worlds: The Moscow Conference on Philosophy, Politics, and Art, Sternberg Press, Berlin.
  11. Sennett R., 1977, «Destructive Gemeinschaft», in Birnbaum N. (ed.), Beyond the Crisis, Oxford U.P., Oxford.
  12. Sieverts T., 1997, Zwischenstadt. Zwischen Ort und Welt, Raum und Zeit, Stadt und Land, Vieweg, Braunschweig.
  13. Sloterdijk P., 1998, Sphären I, Blasen, Microsphärologie, Suhrkamp Verlag, Frankfurt am Main.
  14. Sloterdijk P., 1999, Sphären II, Globen, Macrosphärologie, Suhrkamp Verlag, Frankfurt am Main.
  15. Sloterdijk P., 2004, Sphären III, Schäume, Plurale Sphärologie, Suhrkamp Verlag, Frankfurt am Main.



  1. Balletto Ginevra, Pezzagno Michèle, Richiedei Anna, Computational Science and Its Applications – ICCSA 2021 pp. 535 (ISBN:978-3-030-86975-5)

Antonio Di Campli, in "TERRITORIO" 72/2015, pp. 51-58, DOI:10.3280/TR2015-072008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche