Clicca qui per scaricare

Il funzionamento antilibidico della famiglia anoressica
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori: Anna Maria Nicolò 
Anno di pubblicazione:  2014 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 P. 13-21 Dimensione file:  42 KB
DOI:  10.3280/INT2014-002002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autrice osserva che sotto l’unica denominazione di anoressia, vengono in realtà comprese strutture della personalità e quadri psicopatologici differenti. Viene in particolar modo trattato l’importante ruolo svolto dalla famiglia nel determinare e nel curare tali disturbi. Il focus del lavoro è perciò posto sull’organizzazione mentale della famiglia, osservata nella sua globalità come organismo fantasmatico e come contesto di apprendimento emotivo e affettivo, che porta l’autrice a considerare l’anoressia, al pari di altre patologie come la psicosi, "una patologia trans-personale".


Keywords: Anoressia, famiglia anoressica, funzionamento antilibidico.

  1. Bollas C. (2000). Isteria. Milano: Cortina, 2001.
  2. Chiland C. (1992). Discussione di Colette Chiland. In: Rosenfeld D., Mises R., Rosolato G., Kristeva J. et al. (a cura di), La funzione paterna. Roma: Borla, 1995.
  3. Freud A. (1936). Instinctual anxiety during puberty. In: Freud A., The Ego and the Mechanisms of Defense. London: The Hogarth Press, 1937.
  4. Freud S. (1892-1895). Studi sull’isteria. OSF, vol. I. Torino: Bollati Boringhieri. Kestemberg E., Kestemberg J., Decobert S. (1972). La fame e il corpo. Roma: Astrolabio, 1974.
  5. Lacan J. (1960). Sovversione del soggetto e dialettica del desiderio nell’inconscio freudiano. In: Lacan J., Scritti, vol. II. Torino: Einaudi, 1974.
  6. Minuchin S., Rosman B.L., Baker L. (1978). Famiglie psicosomatiche. L’anoressia mentale nel contest familiare. Roma: Astrolabio, 1980.
  7. Nicolò A.M. (2008). Una o più anoressie? Riflessioni psicoanalitiche su un sintomo proteiforme. In: Nicolò A.M., Russo L. (a cura di), Una o più anoressie. Roma: Borla. Nicolò A.M. (2010). La famiglia dell’anoressica come organizzazione antilibidica. In: Nicolò A.M., Russo L. (a cura di), Una o più anoressie. Roma: Borla.
  8. Nicolò A.M. (2012). Quelques brèves réflexions sur la foction paternelle. In: Korff Sausse S., Sacco F. (sous la direction de), Être père aujourd’hui. Paris: In Press (Collection SEPEA).
  9. Nicolò A.M., Russo L. (2010). Una o più anoressie. Roma: Borla.
  10. Olivieri S., Spinaci M. (2010). La famiglia dell’anoressica. Dinamiche relazionali e percorsi terapeutici. In: Nicolò A.M., Russo L. (a cura di), Una o più anoressie. Roma: Borla.
  11. Polacco Williams G. (1997). Paesaggi interni e corpi estranei. Milano: Mondadori, 1999.
  12. Priori M., Quagliata E. (2005). Transfert e disturbi alimentari in età evolutiva. Relazione presentata al Centro di Psicoanalisi Romano.
  13. Racamier P.-C. (2003). Incesto e incestuale. Milano: FrancoAngeli.
  14. Winnicott D.W. (1950). L’aggressività e il rapporto con lo sviluppo emozionale. In: Winnicott D.W., Dalla pediatria alla psicoanalisi. Firenze: Martinelli, 1975.

Anna Maria Nicolò, in "INTERAZIONI" 2/2014, pp. 13-21, DOI:10.3280/INT2014-002002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche