Clicca qui per scaricare

Finanza climatica e resistenze del lavoro. La critica del potere di definizione nella campagna sudafricana One Million Climate Jobs
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Emanuele Leonardi 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: 138 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  15 P. 240-254 Dimensione file:  124 KB
DOI:  10.3280/SL2015-138015
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’articolo sostiene che la crescente rilevanza della dimensione finanziaria del cambiamento climatico sia dovuta in particolare alla trasformazione epocale della composizione del lavoro (emergenza di una forma cognitiva di capitalismo) ed alla sua sussunzione al capitale finanziario. L’autore propone un’interpretazione critica di un tale, duplice processo. In primo luogo vengono discusse la nozione di potere di definizione - attraverso un riferimento ai lavori di Ulrich Beck e Christian Marazzi - ed il modo in cui questa ridefinisce i rapporti tra situazioni di classe e situazioni di rischio. In un secondo momento si analizzano le modalità attraverso le quali un tale potere ha storicamente modellato i mercati delle emissioni di gas climalteranti (carbon markets), cioè gli agenti privilegiati della finanziarizzazione dei mutamenti climatici. Infine si propone il caso di studio della campagna sud africana One Million Climate Jobs al fine di enfatizzare come i movimenti di giustizia climatica siano in grado di mettere in campo una visione alternativa della relazione tra lavoro e cambiamento climatico.


Keywords: Campagna One Million Climate Jobs, capitalismo cognitivo, carbon markets, finanziarizzazione dei mutamenti climatici, movimenti di giustizia climatica, potere di definizione

  1. Aa.Vv. (2011). One Million Climate Jobs [South Africa].
  2. Barca S. (2015). Greening the Job. Trade Unions, Climate Change and the Political Ecology of Labour. In: Bryant R., International Handbook of Political Ecology. Cheltenham: Edward Elgar.
  3. Barchiesi F. (2008). Hybrid Social Citizenship and the Normative Centrality of Wage Labour in Post-Apartheid South Africa. Mediations, 24(1): 52-67.
  4. Beck U. (2000). La società del rischio. Roma: Carocci.
  5. Beck U. (2011). Conditio Humana. Roma-Bari: Laterza.
  6. Bellofiore R. (2012). La crisi capitalistica, la barbarie che avanza. Trieste: Asterios.
  7. Bond P. (2005). Elite Transition. Londra: Pluto Press.
  8. Chicchi F. (2005). Capitalismo, lavoro e forme di soggettività. In: Laville J-L., Marazzi C., La Rosa M., Chicchi F., Reinventare il lavoro. Roma: Sapere 2000.
  9. Chicchi F. (2012). Soggettività smarrita. Milano: Bruno Mondadori.
  10. Chicchi F., Leonardi E., a cura di (2011). Lavoro in frantumi. Verona: Ombre corte.
  11. Chicchi F., Roggero G., a cura di (2009). Lavoro e produzione del valore nell’economia della conoscenza. Milano: FrancoAngeli.
  12. Climate Policy Initiative (2014). Global Landscape of Climate Finance.
  13. Descheneau P., Paterson M. (2012), Between Desire and Routine: Assembling Environment and Finance in Carbon Markets. Antipode, 43(3): 662-681.
  14. Edwards P. (2010). A Vast Machine. Cambridge: MIT Press.
  15. Foucault M. (1982). Il soggetto e il potere. In: Dreyfus H., Rabinow P., La ricerca di Michel Foucault. Firenze: Ponte alle Grazie.
  16. Foucault M. (2005). Nascita della biopolitica. Milano: Feltrinelli. Fumagalli A., Mezzadra S. (a cura di) (2009). Crisi dell’economia globale. Verona: Ombre corte.
  17. Gilbertson T., Reyes O. (2009). Carbon Trading. Uppsala: Dag Hammarskjöld Foundation.
  18. Hallowes D. (2011). Toxic Futures. Durban: University of KwaZulu-Natal Press.
  19. Iacomelli A. (2005). Oltre Kyoto. Roma: Franco Muzzio.
  20. IPCC (2014). Cross-Cutting Investment and Finance Issues.
  21. La Rosa M. (2005). Le dimensioni emergenti della società dei lavori. In: Laville J-L., Marazzi C., La Rosa M., Chicchi F., Reinventare il lavoro. Roma: Sapere 2000.
  22. Leonardi E. (2012a). Biopolitics of Climate Change: Carbon Commodities, Environmental Profanations and the Lost Innocence of Use-Value.
  23. Leonardi E. (2012b). Per una critica della green economy neoliberale. Culture della sostenibilità, 9(1): 30-45.
  24. Leonardi E. (2014). La natura dogmatica dei mercati-carbonio. Culture della sostenibilità. 13(1): 107-120.
  25. Lippert I. (2011). Extended Carbon Cognition as a Machine. Computational Culture, 1(1): 1-15.
  26. Marazzi C. (2005). Capitalismo digitale e modello antropogenetico di produzione. in: Laville J-L., Marazzi C., La Rosa M., Chicchi F., Reinventare il lavoro. Roma: Sapere 2000.
  27. Marazzi C. (2007). Measure and Finance.
  28. Marx K. (2012). Grundrisse. Roma: manifestolibri.
  29. Mattei U. (2011). Beni comuni: un manifesto. Roma-Bari: Laterza.
  30. Pisani G. (2014). Le ragioni del reddito di esistenza universale. Verona: Ombre corte.
  31. Ross A. (2011). Vita e lavoro nell’era del cambiamento climatico. Ii:n Chicchi F., Leonardi E., a cura di, Lavoro in frantumi. Verona: Ombre corte.
  32. Virno P. (2014). Grammatica della moltitudine. Roma: DeriveApprodi.

Emanuele Leonardi, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 138/2015, pp. 240-254, DOI:10.3280/SL2015-138015

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche