Click here to download

Le emozioni e la città: dalla Sindrome di Stendhal all’emotional city marketing
Journal Title: TERRITORIO 
Author/s: Giandomenico Amendola 
Year:  2015 Issue: 73 Language: Italian 
Pages:  6 Pg. 7-12 FullText PDF:  408 KB
DOI:  10.3280/TR2015-073001
(DOI is like a bar code for intellectual property: to have more infomation:  clicca qui   and here 


Nella tradizione occidentale, soprattutto ad opera dell’illuminismo, l’esperienza delle emozioni è stata confinata nel mondo del soggettivo e dell’irrazionale, subordinandola alla ragione. Oggi sembra che le nostre città abbiano riscoperto le emozioni. La capacità di progettarle, generarle e gestirle, trasferendole agli abitanti e ai visitatori, costituisce un prezioso patrimonio da valorizzare e utilizzare. Così gli amministratori, i progettisti e gli operatori immobiliari si sono impadroniti del tema delle emozioni. Vengono enfatizzate le percezioni individuali e, con l’esperienza, il soggetto torna al centro della progettazione urbana. Facendo leva sull’emotional city marketing of the place, è possibile attrarre, seducendoli, acquirenti di case ed investitori. L’emotions mapping o l’emotional townscape da tempo non sono più solo suggestivi esercizi per sociologi e geografi ma costituiscono uno strumento per seguire il mercato immobiliare urbano
Keywords: Emozioni; rinnovo urbano; marketing urbano

Giandomenico Amendola, in "TERRITORIO" 73/2015, pp. 7-12, DOI:10.3280/TR2015-073001

   

FrancoAngeli is a member of Publishers International Linking Association a not for profit orgasnization wich runs the CrossRef service, enabing links to and from online scholarly content